Microsoft chiede scusa per il tweet su Amy Winehouse

microsoft zune

Microsoft fa un passo indietro e chiede scusa per un tweet particolarmente indelicato. Sabato scorso la cantante Amy Winehouse, celebre per una voce da brividi e per una vita di sregolatezze, è stata trovata morta nella propria casa di Londra. Internet ha seguito l'evento con partecipazione e molti utenti hanno espresso il proprio cordoglio sui video YouTube dell'artista e ovunque fosse possibile.

Come è tristemente noto, la morta di un'artista spesso coincide con l'aumento esponenziale delle vendite degli album. Tramite l'account Twitter, un grosso PR di Xbox ha invitato i follower a ricordare la Winehouse acquistando il suo ultimo album sullo store online della compagnia, Microsoft Zune. Il popolo di Twitter si è sollevato, commentando la mancanza di classe e di tatto della compagnia, accusata di non saper utilizzare gli strumenti social senza mettersi in ridicolo.

È arrivato quindi un tweet di scuse da parte della compagnia:

Chiediamo scusa a chiunque di voi abbia pensato che il nostro tweet sul download dell'album di Amy Winehouse sia motivato solo da interessi commerciali. In questo caso, vi assicuriamo che non è così.

Microsoft non è però l'unica compagnia ad aver pubblicizzato gli album della cantante: Apple ha postato un'immagine della Winehouse sullo store iTunes con la scritta “ricordando Amy Winehouse” e Amazon ha pubblicato un breve necrologio con il link agli album della cantante sullo store.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: