Google+ annuncia migliorie per evitare il blocco di account legittimi

google+Google+ cresce a ritmo vertiginoso: un aspetto che non può che far piacere alla compagnia, ma che comporta dei rischi. Con l'aumento di account, cresce anche il numero di spammers e di profili falsi. Per evitare il verificarsi di problemi, Google ha deciso di iniziare ad applicare i termini del servizio in modo più stringente, lasciandosi però sfuggire di mano la situazione.

Il maggior controllo si è tradotto nella cancellazione di cento profili in cui Google riteneva di aver identificato nomi falsi e, naturalmente, in un'ondata di polemiche. Molti utenti hanno chiuso il proprio profilo in segno di protesta contro le politiche applicate da Google+ che non riconoscono come legittimi i soprannomi o gli pseudonimi. Per placare gli animi, molti dirigenti Google hanno deciso di intervenire: Bradley Horowitz, Vicepresidente del Prodotto, si è espresso su Google+ spiegando la situazione: la maggior parte delle violazioni riguardo alla politica dei nomi sono state fatti in buona fede.

Per evitare problemi futuri, verranno introdotte su Google+ una serie di migliorie, tra le quali ne indichiamo tre principalmente:

  • prima di chiudere un profilo utente che viola una politica, Google avviserà l'utente e darà la possibilità all'utente di correggere

  • il processo di registrazione verrà migliorato

  • verrà studiato un modo migliore per permettere agli utenti di utilizzare pseudonimi, senza violare le regole.
  • La risposta di Google è stata tempestiva e si presta a venire incontro ai propri utenti, mediando tra le policy e le richieste.

    • shares
    • +1
    • Mail
    9 commenti Aggiorna
    Ordina: