Google compra "g.co"

Come aveva già fatto con il dominio "youtu.be", ora Google continua ad acquistare scorciatoie per abbreviare i link ai propri prodotti. Per la gioia degli utenti di TwitterCome già fatto da altri big del web, come Twitter, Overstock e Amazon (che hanno acquistato i domini t.co, o.co, a.co, z.co e k.co), adesso anche Google si è fatta il dominio corto personalizzato: g.co.

Il dominio cortissimo sembra ormai una scelta obbligata per tutte le grandi aziende del web (come anche per le grandi aziende sul web). Sui vantaggi e gli svantaggi di un Url breve, rispetto ad uno lungo, si è discusso moltissimo. Da un po' di tempo, però, risparmiare caratteri sembra una scelta obbligata: per condividere un link su Twitter, ad esempio, accorciare è d'obbligo. Stessa cosa per condividere foto e video, magari su schermi piccoli come quelli degli smartphone.

Una moda-esigenza che ha fatto nascere decine di servizi che accorciano Url troppo lunghe per essere condivise facilmente e che ha spinto la stessa Google a creare il suo "accorciatore di Url" ufficiale: goo.gl

E infatti go.co e goo.gl sono solo gli ultimi arrivati di una lista di Url accorciati. Prima ci sono stati anche youtu.be e gplus.to (per i nuovi profili di Google +). Con l'acquisto di g.co Google potrà finalmente dare vita alle abbreviazioni ufficiali di tutti i suoi prodotti, secondo la formula g.co/[XYZproduct/service] .

Via | Tech Crunch

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: