Google sta cambiando la nostra memoria

Google sta cambiando la nostra memoria

Degli effetti di Internet sul corpo umano si è a lungo parlato in passato, tra depressioni da chat, collere da amicizie virtuali interrotte e così via. Mai però finora si era parlato degli effetti del web sulla nostra memoria, che a quanto pare non sarebbe salva dalle influenze delle rete: ce lo dice un nuovo studio della Columbia University, secondo il quale tutto il nostro Googlare impatterebbe sul sistema di ricordi.

La dipendenza dalla rete e dai motori di ricerca per fortuna non causerebbe una vera e propria perdita della memoria, ma piuttosto starebbe influenzando il modo in cui il cervello organizza e ritrova le informazioni immagazzinate, come ci spiega la professoressa Betsy Sparrow:

"Dall'avvento dei motori di ricerca, stiamo riorganizzando il modo in cui ricordiamo le cose. I nostri cervelli si affidano a Internet per la memoria, nello stesso modo in cui ricordiamo un amico, un familiare o un collega."

Internet sarebbe quindi un luogo dove la nostra memoria sa di poter trovare un determinato ricordo o informazione: saremmo quindi portati a dimenticare cose che siamo sicuri di poter ritrovare su Internet, ricordando invece con chiarezza quelle che pensiamo di non riuscire a ritrovare. Secondo lo studio inoltre, il cervello sarebbe più abile nel ricordare come trovare un qualcosa su Internet piuttosto che l'informazione stessa legata a quel qualcosa.

Durante la ricerca, ai soggetti sono state fatte leggere alcune frasi, invitandoli poi a ricordarle pensando in un caso che fossero state reperibili in un secondo momento (il caso di Internet quindi), mentre in un altro o eliminate: nel primo sarebbe stata riscontrata una minore memoria delle informazioni, mentre chi credeva che le frasi erano state eliminate le ricordava in maniera più nitida. Che ne dite? Vi risulta un comportamento del genere anche da parte della vostra mente?

Via | Cnet.com

  • shares
  • +1
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: