Bufale su Facebook: la Kyenge e i cani e gatti dati in pasto agli immigrati

Torna a girare una vecchia bufala su Facebook e sul web: la Kyenge non ha mai detto che darà cani e gatti da mangiare agli immigrati, si tratta per l'appunto di una bufala/notizia satirica.

Antibufala Blogo

Bufale su Facebook - Ancora una bufala su Facebook e sul web attribuita all'ex Ministro Cecile Kyenge, bufala che riesce a unire le parole Kyenge, immigrati e cani e gatti, per cui si tratta di click assicurati. In realtà la bufala ha ripreso piede grazie al sito Sudicio.it, sito che chiaramente si ispira al ben più noto Lercio.it: si tratta in entrambi i casi che creano ad arte notizie false e satiriche a scopo di divertimento. Purtroppo ci sono però utenti che credono a tutto senza verificare le fonti ed ecco che riescono a trasformare un articolo nato per far ridere in una bufala, credendoci veramente.

Bufale su Facebook: la Kyenge, i cani e gatti dati in pasto agli immigrati

Tutto nasce in realtà nel 2013 grazie a una notizia satirica creata ad arte dal sito Lercio.it e avente i medesimi contenuti. Adesso nel 2015 il blog Sudicio (che chiaramente si ispira a Lercio, basta anche solo osservare il nome), ha di nuovo rimesso in circolazione la bufala secondo la quale la Kyenge avrebbe detto di dar da mangiare cani e gatti agli immigrati per sfamarli.

Il problema non è di Sudicio (o di Lercio): loro scrivono notizie satiriche apposta, tanto per divertirsi. Il problema sono gli utenti che continuano ad arrivare su questi siti, leggono queste notizie, non riescono assolutamente a concepire il concetto di siti satirici e pensano che queste notizie siano vere. Così cominciano a condividerle, cliccarle, linkarle e via dicendo. Eppure bastava leggere tutto: sul blog di Sudicio al fondo dell'articolo veniva anche messo Lercio.it come fonte del post.

In pratica bastava leggere attentamente tutto l'articolo per capire che era una bufala. Il guaio è che gli internauti tendono a leggere solo il titolo e le prime righe, quindi fraintendono del tutto l'intento dell'articolo e lo spacciano per notizia vera (e questo succede anche con i post di Blogo). Ma è solo una bufala e la figuraccia la fa chi non riesce a riconoscerla come tale neanche quando gli viene spiegato come stanno le cose.

Via | Pagina Facebook di Bufale.net

  • shares
  • +1
  • Mail