Ohlala app: l'uber delle escort

Addio a Tinder e Grindr. E' arrivata l'app per gli incontri a pagamento.

ohlala-app.jpg

Avete presente Uber vero? Cosa succede se al posto dei taxisti ci mettiamo delle "professioniste" dell'"intrattenimento"? Deve essere questa la domanda che si sono posti i due creatori tedeschi di "Ohlala" quando per la prima volta hanno pensato all'ennesima app "rivoluzionaria".

Gli interessi in gioco sono enormi. A fine 2014 il Codacons stimava il giro d'affari della prostituzione nella sola Italia in 3,6 miliardi di euro annui. E' chiaro come far combaciare "domanda" e "offerta" anche di una minima parte di questo mercato possa diventare un'operazione "interessante" dal punto di vista economico.

Il meccanismo sul quale si basa l'app è classico e ormai stracollaudato. Richiedenti ed offerenti creano un profilo, la verifica del quale avviene tramite sms sul numero telefonico più una telefonata conoscitiva. A questo punto sarà possibile fissare alcuni parametri che sostanzialmente riguardano il proprio budget orario e il tipo di appuntamento preferito.

Il sistema è così in grado di matchare la richiesta con l'offerta disponibile in quell'esatto momento offrendo così un ventaglio di possibilità. Scelta la professionista è possibile chattare direttamente per stabilire l'appuntamento migliore, ed entrambe le parti possono decidere se andare avanti o meno. E come fa notare TechCruch la differenza tecnica principale tra Uber, che ovviamente non ha nulla a che fare con questa app, e Ohlala, è la possibilità di interrompere la "trattativa". Un mattoncino in più che potrebbe aprire scenari interessanti in altre realtà.

ohlala-escort.jpg

Tornando a OhLaLa, la domanda che ci facciamo è semplice: quanto è legale? Il sito promuove il "paid dating", ovvero incontri a pagamento. Che possano concludersi o meno in qualcosa di piccante, è a discrezione di entrambe le parti:

Compensate a woman for the pleasure of her company – or for pleasure, period. Whether you want to grab dinner, stroll into a party, or jump into bed… well, we’ll let you two decide on the specifics.

Il confine tra prostituzione e gli incontri a pagamento è sottile; nella realtà italiana l'app potrebbe essere facilmente accusata di "sfruttamento della prostituzione". Al momento comunque il problema non si pone: le città coperte oggi dal servizio sono solo Berlino, Francoforte e Monaco.

  • shares
  • +1
  • Mail