Facebook: non cliccate i Commenti che vi invitano a vedere i film gratis

Ecco perché non dovreste mai cliccare i Commenti che su Facebook vi invitano a vedere i film gratis.

facebook

Facebook - Dovrebbe già essere ben noto il fatto di non cliccare mai su Facebook post, commenti e link che ti promettono film gratis, occhiali da sole di marca a prezzi imbattibili, samsung di ultima generazione in regalo, ma visto che molti utenti ancora ci cascano, ecco che andiamo a spiegare il meccanismo che si cela dietro ai commenti su Facebook che ti invitano a vedere film gratuiti. Realtà come BuzzFeed e The Huffington Post nel tentativo di aumentare il coinvolgimento dei lettori hanno cominciato a inserire commenti embeddati da Facebook direttamente sulle loro piattaforme online. In questo modo al posto di dover creare un nome utente per lasciare un commento, utilizzando Facebook si è reso il processo più semplice e veloce.

Facebook e i link ingannevoli che promettono film gratuiti

Il problema però è che questi commenti embeddati di Facebook nascondono degli ospiti poco desiderati. In effetti è stato trovato un sistema per utilizzare questa funzione a scopi non proprio legali ovvero facendo del link spamming sfruttando proprio i commenti di Facebook. Il giornalista Joseph Bernstein di BuzzFeed ha recentemente spiegato come funziona il sistema di commenti-truffe.

Una delle truffe più popolari è proprio quella dei film gratis. Un account di Facebook invia una frase del tipo: "Questo è un post random e off-topic, ma ho voglia di condividerlo con voi. Ted 2, Terminator Genisys, Jurassic World, Minion 2015! Ho trovato un sito dove posso guardarli liberamente e gratis, in grado di fornire anche la versione HD". Ecco, è chiaramente una truffa un commento simile.

Il tutto inizia con un commento innocuo, che passa i filtri anti spam. Una volta che il commento è andato online, l'autore ne potrà modificare il testo inserendo i link truffaldini. E' una tattica di bypass intelligente che sta truffando parecchi utenti. Se infatti un utente fa clic su questi link, viene reindirizzato a una serie di link bit.ly e Adcash, noti per ospitare pubblicità che spesso e volentieri sono piene di virus, dannose dunque per il computer. Ma non finisce qui: da questi link partono poi altri collegamenti a siti spam di supporto tecnico dove si viene convinti a chiamare un operatore che vi chiederà un piccolo balzello per ripulirvi il computer dai virus che avete preso seguendo quel primo link falso.

A seguito della dichiarazione di BuzzFeed, Facebook ha poi confermato che "vengono utilizzati sistemi automatizzai e team dedicati per acciuffare questi falsi attori maligni. Quando lo spam viene identificato, ecco che vengono applicate misure restrittive come il blocco dei falsi account e pagine, vengono compilate blacklist di link difettosi e i contenuti spam ottengono un basso ranking".

Via | UK BusinessInsider

Foto | jeepersmedia

  • shares
  • +1
  • Mail