Office 365: lancio previsto per il 28 Giugno. Si scoprono le ragioni del crash di BPOS

datacenter

Gli esecutivi responsabili del cloud di Microsoft incrociano le dita: dopo il crash della Business Productivity Online Suite nell'America del Nord, sperano che Office 365 sia un'alternativa più affidabile per i propri clienti visto che ormai è imminente. Il lancio è infatti previsto per il 28 Giugno.

Partiamo dal principio: diversi utenti in Nord America e a Londra hanno riportato problemi per oltre tre ore nel tentativo di loggarsi in Exchange Online e SharePoint Online. Microsoft si è messa all'opera per risolvere il problema, che sembrava causato da un errore della rete hardware, e ha dichiarato.

Durante l'incidente, gli utenti sono stati aggiornati tramite vari social media, poichè l'accesso al Service Health Dashboard è stato influenzato dall'incidente.



Un collasso del servizio BPOS si è verificato anche il mese scorso e gli utenti si sono scatenati via forum, molti dei quali temono che la transizione al nuovo servizio Office 365 non sia altro che "puro masochismo", mentre altri non aspettano altro.

Microsoft ha assicurato che i propri servizi cloud per gli utenti business, Office 365, sono stati riscritti da zero per essere più efficienti. Rajen Sheth, leader delle Google Apps, ha spiegato la propria teoria a riguardo: Microsoft ha solo parlato di servizi cloud negli ultimi anni, ma la maggior parte degli utenti ha utilizzato invece gli hosted server. Giunto il momento di mettersi davvero in gioco col cloud, la compagnia sembra non riuscire a contenere i problemi.

  • shares
  • +1
  • Mail