Microsoft, perdita record da 3,2 miliardi nel Q4 2015

Microsoft paga la svalutazione di Nokia, registrando il suo peggior quarto di sempre.

satya-nadella-003jpg

Microsoft ha perso 3,2 miliardi di dollari nel corso dell'ultimo quarto fiscale, il Q4 2015. Nonostante i 22,2 miliardi di ricavi, la società di Redmond ha infatti pagato principalmente la svalutazione di Nokia, costata insieme ai 7.800 licenziamenti la bellezza di 7,5 miliardi.

Un risultato di sicuro atteso, che però si accompagna a un calo riguardante i ricavi: l'anno scorso nello stesso periodo Microsoft contava infatti 23,3 miliardi, più di uno rispetto al Q4 2015. In attesa di Windows 10, vale la pena notare il calo in ricavi del 22% da parte della divisione legata al sistema operativo, dovuto principalmente all'uscita dal ciclo di supporto di Windows 10.

Per la società guidata da Satya Nadella si tratta del peggior quarto di sempre, dovuto forse alle operazioni di ristrutturazione che il successore di Steve Ballmer ha avviato nel campo hardware e nel cloud. Bene il settore dedicato a Surface, con 888 milioni di ricavi, così come Xbox ha aumentato le entrate del 27%, con 1,4 milioni di console (Xbox One e Xbox 360) vendute.

Bene anche Bing, per il quale la profittabilità sarà un obiettivo del 2016, mentre Office 365 ha aggiunto tre milioni d'iscritti nell'ultimo quarto, contribuendo ad aumentare i ricavi dal cloud dell'88%. Segnali sicuramente positivi, in attesa di vedere che cosa succederà con l'uscita di Windows 10, ormai imminente.

Via | Engadget.com

  • shares
  • Mail