Facebook deve risolvere i problemi di pirateria dei video

Facebook ha un grande problema da risolvera: la pirateria, soprattutto per quanto riguarda i video.

facebook pirateria video

Facebook - Da quando Facebook ha modificato il suo algoritmo del News Feed per includere più video, ecco che molte Pagine hanno cominciato a riempirsi di contenuti video per aumentare le visualizzazioni da parte dei follower e di nuovi utenti. Questo ha portato a una esplosione dei contenuti video e delle visualizzazione dei suddetti sulla piattaforma. Ma le Pagine sono sempre più disperate, la caccia alla visualizzazione ad ogni costo prosegue incessante ed ecco che ricorrono a misure disperate. Che in questo caso si traducono nella tendenza sempre più diffusa da parte degli amministratori delle Pagine di strappare video da qualche altra parte e caricarli su Facebook. Questo processo lo si può definire come pirateria in quanto consiste nel prendere video da altre piattaforme online, rimuovere il marchio del creatore originale e caricare il video su Facebook.

Facebook ha dei problemi con la pirateria dei video

Ciò si traduce anche con il fatto che questi pirati rubano entrate pubblicitarie a Google e sottraggono dunque soldi ai creatori dei suddetti video. Facebook in realtà sta beneficiando di tutto ciò, ma deve riuscire a tenere la pirateria sotto controllo.

Il problema di Facebook è che sta cercando di battere YouTube per quanto riguarda i video: ha provato a corteggiare i personaggi popolari su YouTube affinché caricassero contenuti originali sul social network blu, ma senza un preciso e sostanzioso modello di retribuzione, Facebook per le star di YouTube da questo punto di vista risulta poco appetibile.

Anche se a dire il vero Facebook sta lavorando su questi problemi, soprattutto con gli annunci pubblicitari degli inserzionisti: sta studiando un sistema affinché vengano veramente visti, cosa che potrebbe attirare sulla piattaforma i creatori di contenuti originali di qualità. Ma Facebook deve fare attenzione: il sistema di ripartizione degli introiti deve essere equo e funzionare per tutti, il social network deve assicurarsi che i contenuti e i relativi introiti vadano effettivamente ai legittimi proprietari dei video altrimenti rischia di andare incontro a sanzioni legali (cosa fra l'altro successa a YouTube anni fa e che ha portato all'acquisizione da parte di Google).

Per fare ciò Facebook dovrebbe implementare un servizio in stile Content ID di Google, in modo da identificare rapidamente i contenuti che usano materiale protetto da copyright e permettere così ai legittimi proprietari di rimuovere i contenuti o anche solo tenerli sotto controllo. Ce la farà Facebook a risolvere i suoi problemi di pirateria?

Via | BusinessInsider

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail