Su Facebook Mark Zuckerberg è l'ultimo a venire a sapere dei nuovi strumenti

Mark Zuckerberg è sempre l'ultimo a venire a conoscenza dei nuovi strumenti di Facebook, ecco spiegato il perché.

mark zuckerberg

Facebook e Mark Zuckerberg - Forse non tutti sanno che una volta all'anno gli ingegneri di Facebook sono incoraggiati (ma non obbligati) a mettere da parte per un momento i progetti di lavoro e a dedicarsi a qualcosa d'altro (sempre inerente all'azienda) per 30 giorni. Si tratta di un programma iniziato nel 2011 e chiamato Hackamonth, simile al 20% del tempo dei dipendenti di Google dedicato a progetti collaterali. E' noto che un sacco di funzioni famose di Facebook sono derivate proprio da questo programma, vedi per esempio il pulsante Mi piace nella Timeline. Il fatto è che molte di queste novità non sempre arrivano immediatamente a conoscenza anche dei piani alti.

L'avvocato James Pearce ha spiegato che spesso e volentieri Mark Zuckerberg è l'ultimo a venire a conoscenza di questi nuovi strumenti. Quando un ingegnere vuole dedicarsi a un progetto hackamonth, ecco che su un sito web interno a Facebook può cercare una squadra con cui collaborare. Molti dei progetti che escono dal programma Hackamonth sono assai nerd, ma hanno un grande impatto sull'azienda. Anche se è impossibile per i piani alti stare dietro a tutte le idee personali degli sviluppatori. Inoltre con questo sistema, ovvero facendo staccare un po' la spina per consentire loro di dedicarsi a progetti personali, ecco che riducono gli effetti negativi dello stress e limitano l'esaurimento nervoso legato al fatto di lavorare su una stessa cosa troppo a lungo. Bisognerebbe prendere esempio da Facebook.

Via | UK BusinessInsider

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail