Facebook continua la lotta contro YouTube a suon di video

Facebook si lancia all'attacco di YouTube a suon di video: ecco cosa succederà.

facebook unlike

Facebook vs YouTube - Prosegue la battaglia fra Facebook e YouTube. A breve il social network di Mark Zuckerberg inizierà a condividere le entrate pubblicitarie con le aziende che caricano video appositamente realizzati per la piattaforma e per i suoi utenti. Facebook non sta facendo mistero del fatto di volersi trasformare in un punto focale anche per i video e per fare questo deve lanciare un attacco degno di questo nome al rivale YouTube. Nel corso dell'ultimo anno Facebook si è concentrato parecchio sui video, con tanto di 4 miliardi di visualizzazioni di video sulla piattaforma al giorno... anche se come visualizzazione contano anche vedere il video per tre secondi e l'autoplay dei video.

Facebook vs YouTube: chi vincerà la sfida?

Di questi video visti giornalmente su Facebook, il 70% vengono caricati direttamente sulla piattaforma al posto di essere condivisi da siti esterni come YouTube. Giusto pochi giorni fa Facebook ha introdotto un nuovo formato per gli annunci pubblicitari, rendendoli così più appetibili per gli inserzionisti. Però Facebook ha un problema: molti dei suoi video sono dilettanteschi.

YouTube, invece, ha una fitta rete di videomaker professionisti, che vanno da personaggi come PewDiPie a giovanissimi amanti dello shopping Bethany Mota. YouTube dà il 55% delle entrate pubblicitarie raccolte a coloro che creano i video, il che significa che gli youtuber migliori possono effettivamente vivere creando video per YouTube e sono al contempo incentivati a produrre sempre nuovi video di qualità.

E Facebook vuole diventare qualcosa di simile. Come? In pratica sfrutterà lo stesso modello per quanto riguarda i ricavi, quindi 55% a chi crea i video e 45% alla piattaforma, ma con una variante. La divisione dei ricavi si applicherà solamente ai video che verranno mostrati nel nuovo newsfeed Suggested Videos (Video Consigliati). Non esiste ancora questa categoria, ma Facebook pensa di inserirla a breve. Ogni volta che un utente clicca su un video nel News Feed normale, ecco che verranno indirizzati verso la sezione Suggested Videos dove un algoritmo fornirà suggerimenti per altri video di Facebook che potrebbero piacere all'utente.

I video di Facebook non avranno annunci pre-roll. Inoltre se un utente guarda tre video riguardanti lo snowboard e poi un annuncio pubblicitario, ecco che ciascun creatore dei video otterrà una quota di quel 55%: questa quota dipenderà dalla quantità di tempo che l'utente trascorrerà a guardare quel video. Dan Rose di Facebook ha così spiegato: "Un sacco di nostri partner hanno affermato che questo darà una maggior motivazione per cominciare a pubblicare molti più contenuti video su Facebook. E questo è esattamente quello in cui stiamo sperando".

Al momento Facebook sta testando tutto ciò insieme a pochi creatori di video: in base a come andranno i test nei prossimi mesi, deciderà come proseguire.

Via | UK BusinessInsider

Foto | jeepersmedia

  • shares
  • Mail