Su Instagram dilaga ancora la piaga degli account fake

Vi ricordate della grande purga di Instagram? Quella degli account fake? A quanto pare la piaga è ancora presente e dilagante.

instagram app

Instagram - Vi ricordate di quella che passerà nella storia dei social network come "La Grande Purga di Instagram"? Lo scorso dicembre Instagram aveva deciso di anticipare le pulizie di primavera e aveva cancellato milioni di account fasulli, nel tentativo di fornire numeri più precisi sui suoi reali utenti. Cosa che aveva gettato nella disperazione più nera parecchi utenti vip e personaggi famosi, il cui numero di follower era drasticamente calato. Tutto molto bello, peccato che adesso alcuni ricercatori italiani sostengano che ancora adesso l'8% degli account Instagram sembra gestito da programmi bot (sono programmi che accedono alla rete usando gli stessi canali utilizzati dagli utenti).

Instagram è ancora invaso da account fasulli

Secondo quanto emerso da questa ricerca, gli account spam-bot seguono 41 utenti per ciascun follower, mentre gli utenti reali seguono un utente per ciascun follower. Distinguere fra bot e utenti reali è un problema che affligge molti social network. Gli utenti falsi sono spesso creati per aiutare altri utenti a sembrare più popolari o per promuovere un prodotto. Ma tutto questo spam potrebbe dare noia alla lunga agli utenti reali che potrebbero decidere di abbandonare la piattaforma.

Diciamo che i social network minimizzano questi account fasulli: Facebook sostiene che gli account falsi siano meno del 2%, Twitter parla di meno del 5%, ma il problema è che i ricercatori esterni hanno delle stime decisamente più alte.

Andrea Stroppa, uno dei ricercatori italiani, ha così spiegato: "Quando si crea uno spam-bot si possono fare un sacco di cose: vendita, diventare follower, commentare, spammare qualcosa attraverso hashtag popolari". Instagram finora rifiuta di commentare la stima di questi bot. Il social network fotografico di proprietà di Facebook ha dichiarato che analizza regolarmente l'attività degli utenti per cercare di eliminare gli account fasulli. Ovvio: Instagram non potrebbe dichiarare nulla di diverso se vuole tenersi cari gli inserzionisti.

Andando a guardare più da vicino lo studio del team italiano, si scopre che è stata monitorata l'attività di 10.2 milioni di account Instagram per un mese. Gli utenti sono stati scelti in maniera casuale, pescandoli fra i follower di account popolari di Instagram come quelli di Taylor Swift, Justin Bieber, National Geographic o Victoria's Secret. I ricercatori hanno anche speso 100 dollari per comprare 20.000 account falsi e studiare così la loro attività.

Dallo studio è emerso che il 71% degli account ritenuti fasulli aveva un profilo completo con tanto di nome, cognome, bio, foto e posizione. In media gli account fake hanno condiviso sei foto, contro le 55 degli utenti reali. Il 30% degli utenti presenti nel campione analizzato erano inattivi, cioè non hanno postato nulla nell'arco del mese, anche se un portavoce di Instagram ha spiegato che la piattaforma per utente attivo intende anche coloro che accedono semplicemente all'applicazione da mobile, indipendentemente dal fatto che pubblichino foto o meno.

Via | Blog WSG

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail