Google annuncia Google Wallet, PayPal gli fa causa

Google annuncia Google Wallet, PayPal gli fa causaDopo la voce di corridoio circolata pochi giorni fa, non c'è voluto molto a Google per ufficializzare il lancio di Google Wallet, sistema di pagamenti tramite smartphone destinato a entrare in diretta concorrenza con Square e altri soggetti, sempre più interessati a questo ghiotto mercato. A beneficio di chi non sapesse di cosa stiamo parlando, ricordiamo che il sistema è basato su tecnologia NFC e permette sostanzialmente di effettuare acquisti "con la sola imposizione del proprio smartphone".

Neanche il tempo di fare l'annuncio però, che Google si è ritrovata sulla testa una causa aperta da PayPal, che accuserebbe la società di Mountain View di furto di segreti aziendali favoriti da due ex impiegati PayPal ora diventati dipendenti Google, per i quali c'è un'accusa di violazione di obblighi contrattuali. Secondo quanto reso noto dalla società posseduta da eBay, tra 2008 e 2011 ci sarebbe stata anche una serie d'incontri con Google per rendere proprio PayPal un'opzione di pagamento nell'Android Market: proprio in questo periodo, PayPal avrebbe condiviso con Google una serie di importanti dettagli sul funzionamento dei pagamenti mobile, vista la carenza di conoscenza di Google sull'argomento.

Nello stesso periodo sarebbero anche avvenuti i colloqui di lavoro dei due ex dipendenti PayPal formando così un conflitto d'interessi: al centro della vicenda la figura di Osama Bedier, dimessosi da PayPal il 24 gennaio 2011 e approdato in Google a capo della divisione Mobile Payments, diventando così una delle figure chiave per la creazione di Google Wallet. Secondo quanto afferma PayPal, Bedier avrebbe portato con sé "capacità, strategie, piani e informazioni di mercato" nel settore mobile di proprietà di PayPal, danneggiata così in modo consistente dal furto dei propri segreti interni.

Il blog di PayPal contiene tutti i dettagli della vicenda, mentre online è stato pubblicato anche il documento ufficiale con il quale è stato dato il via alla causa legale: l'impressione è che ci sarà da sudare molto per gli avvocati di Google, per dimostrare che l'azienda è innocente nei confronti delle pesanti accuse mosse da PayPal, con tanto di prove che appaiono piuttosto evidenti.

Via | Geek.com

  • shares
  • Mail