Facebook rimuove il video del neonato immerso nel secchio d'acqua, ma solo in parte

Dopo le critiche ricevute Facebook ha finalmente deciso di rimuovere il video del neonato immerso ripetutamente nel secchio d'acqua, ma solo in parte: ecco la salomonica decisione.

Facebook smartphone

Facebook - Dopo tutte le critiche ricevute Facebook ha finalmente rimosso dalla piattaforma il video del neonato ripetutamente immerso in un secchio d'acqua, solo che lo ha fatto parzialmente. Il video era diventato rapidamente virale, molte le persone che lo condividevano, ma a parecchie persone la cosa non è andata giù. Un'associazione per la protezione dei bambini ha scritto una lettera aperta a Facebook e al governo inglese sostenendo che il social network fosse responsabile di tale video dopo che Facebook si era rifiutato di rimuovere questo video inquietante in quanto, secondo il social network blu, era conforme ai suoi standard.

Facebook: rimosso il video del neonato immerso nel secchio d'acqua

Il video in questione era lungo due minuti e mostrava un bambino che, afferrato per le braccia da un adulto, veniva immerso più volte in un secchio d'acqua. Il neonato all'inizio urla, poi smette, non si capisce se sia incosciente o se dorma. La National Society for the Prevention of Cruelty to Children ha dichiarato che quello che stava accadendo nel video potrebbe provocare danni agli arti del bambino e ha spiegato: "Siamo ovviamente molto preoccupati per il benessere del bambino e stiamo sollecitando Facebook a cooperare con le autorità per cercare di rintracciare questa persona insensibile e proteggere il bambino".

All'inizio Facebook ha nicchiato e non ha rimosso subito il video: secondo i termini e le condizioni di utilizzo di Facebook vengono rimosse "le immagini grafiche quando sono condivise per sadismo o per festeggiare o glorificare la violenza". La reazione ufficiale iniziale di Facebook, però, è stata quella di affermare che il video non era in contrasto con le politiche dell'azienda.

Ovviamente non sono mancate le critiche, quindi Facebook è tornato parzialmente sui suoi passi e ha stabilito un nuovo modus operandi per questo video. In pratica Facebook rimuoverà il video solamente nel caso venga pubblicato insieme a messaggi di sostegno. In tutti gli altri casi (utenti che lo condividono per sensibilizzare l'opinione pubblica) bollerà il video con il messaggio "disturbing", in modo che possa essere visto solamente dagli utenti maggiorenni.

Via | Mashable

Foto | melenita

  • shares
  • +1
  • Mail