Non ci sono più soldi perciò SETI interrompe la ricerca degli alieni

SETI@homeSETI@home, il software per il calcolo distribuito, ha cessato di funzionare. Passato a BOINC nel 2005 il client per aiutare il Search for Extra-Terrestrial Intelligence (SETI) Institute non riceverà più alcuna unità di lavoro per collaborare alla ricerca degli alieni. L'istituto non avrà più finanziamenti per continuare il progetto.

Il governo statunitense ha tagliato i fondi a SETI Institute e University of California - Berkeley, l'ente deputato alla realizzazione del software di SETI@home, bloccando l'attività dell'Allen Telescope Array (ATA) e sospendendo a tempo indeterminato le attività di ricerca degli alieni. Ma non tutte le attività saranno interrotte.

Il SETI Institute non è destinato a chiudere e altre applicazioni, come setiQuest Explorer, continuano a funzionare regolarmente. Il progetto di ricerca alle spalle del software ha un costo di $1.5 milioni all'anno: l'unica speranza sembra essere nelle donazioni dei privati. SETI@home è stato anche un “prototipo” di social network.

Via | The Huffington Post

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: