La rete è un diritto umano? - I risultati del sondaggio

La rete è un diritto umano? - I risultati del sondaggio

La rete è un diritto umano. È questo il primo dato che emerge dai risultati del sondaggio del lunedì proposto su queste pagine la settimana scorsa, dedicato per l'appunto alle recenti parole di Tim Berners-Lee:

“L’accesso al Web è ora un diritto umano. È possibile vivere senza il Web. Non è possibile vivere senza acqua. Ma se hai l’acqua, allora la differenza tra qualcuno che è connesso al Web ed è parte della società dell’informazione, e qualcuno che non è connesso cresce sempre di più.”

Da queste avevamo tirato fuori tre diverse risposte, due delle quali dedicate al sì, ma in una forma diversa: la prima metteva la rete sullo stesso piano di altri diritti ritenuti fondamentali, mentre per la seconda Internet era lo stesso un diritto ma secondario rispetto ad altri. La percentuale combinata di risposte per queste due opzioni è stata pari al 91%, lasciando quindi che solo un 9% pensasse che la rete allo stato attuale dell'evoluzione tecnologica non sia un diritto dell'uomo.

All'interno del sì, vince seppur di poco l'opzione più cauta, quella secondo la quale la rete sarebbe un diritto umano, ma secondario: 47%, contro il 44% di chi invece crede che Internet sia un diritto fondamentale.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: