Spotify: i dati mostrano che non siamo così cool come pensavamo

Dati incontrovertibili di Spotify dimostrano come gli utenti non siano così cool come pensavano di essere nel tipo di musica ascoltata.

Spotify utenti

Spotify – I dati di Spotify dimostrano come non siamo così cool nell’ascolto della musica come pensavamo di essere. Siamo onesti: ciascuno di noi pensa che la musica che ascoltiamo sia la più bella in assoluto in tutto l’universo. Beh, Spotify ci spiega che le cose non stanno proprio così. Se si ha più di trent’anni siamo dei dinosauri in senso musicale. Molto probabilmente non capiamo la musica dei giovani adolescenti di oggi e non vogliamo neanche ascoltarla. E quindi non siamo cool. Ma quando è successo tutto ciò? Spotify è sicuro di aver capito come funziona il processo.

Spotify spiega il divario di età nell’ascolto della musica

Vi ricordate di quando Spotify ci aveva permesso di dare uno sguardo al nostro "year-in-review" musicale? Ebbene, il social network ha estrapolato i dati così ottenuti per creare dei taste profiles (letteralmente dei profili di gusto), analizzati poi da Ajay Kalia. La sua ricerca ha scoperto una sorta di spirale di morte della "coolness". Secondo questa ricerca, i ragazzi di età compresa fra i 14 e i 25 anni ascoltano la musica più popolare del momento, mentre gli utenti dai trenta anni in su tendono a scoprire sempre meno nuova musica. E questa tendenza aumenta col passare del tempo.

Infatti le persone che raggiungono i 33 anni non scoprono più nuova musica e comunque sia la musica migliore era quella di quando si era più giovani, no? Questi dati statistici tendono a peggiorare se si è un genitore: coloro che improvvisamente si trovano a dover ascoltare ninna nanne e musica per bambini scendono in questa spirale ancora più velocemente.

Ovviamente prendete questi dati con le pinze: si riferiscono solamente agli utenti Spotify e solamente ad alcune categorie di ascolto. Se infatti tendete ad ascoltare sul social network colonne sonore di film, musica da cabaret o playlist che conciliano il sonno di sicuro non siete stati conteggiati in questa ricerca. Poi facciamo un’altra considerazione: c’è anche chi ascolta musica non convenzionale. Io per esempio adoro le colonne sonore degli anime, quindi di sicuro non sono mai stata cool dal punto di vista musicale. E la cosa non mi ha mai disturbata.

Via | Gizmodo

Foto | All rights Getty Images

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail