Un parroco di Chicago smentisce il Papa: «state lontani da Facebook»

Città del VaticanoGiovanni Paolo II avrebbe nominato Sant'Isidoro come il protettore di internet, Benedetto XVI apprezza i social network e chiede ai Cattolici di diffondere la parola di Dio sul web. Mentre il parroco di St. John Cantius, nell'Arcidiocesi di Chicago, impone ai propri parrocchiani d'abbandonare Facebook e di tenerne lontani i bambini.

Matt Abbott ha abbandonato 2.000 contatti aggiunti su Facebook perché quest'ultimo costituirebbe una “tentazione”. La cristianità, si legge nel bollettino della parrocchia, sarebbe in contraddizione col social network. Un contrasto con le dichiarazioni del Papa (e le motivazioni raccolte dal Chicago Tribune hanno dell'incredibile).

In sostanza, Facebook corromperebbe la gioventù perché causa della creazione di neologismi come PIR (Parent In Room), POS (Parent Over Shoulder) e GYPO (Get Your Pants Off), legati ad altrettanti gruppi per la condivisione di fotografie. Sicuramente di cattivo gusto, è molto difficile che questi causino dei problemi alla religione.

Via | ZDNet

  • shares
  • Mail