Google e Microsoft si preparano a un futuro collaborativo in ufficio

Qualunque sia la piattaforma utilizzata, il futuro dell'ufficio è sulla rete e in tempo reale: sia Google, sia Microsoft hanno optato per integrare la comunicazione nelle rispettive suite per la redazione di documenti. Google Docs è in vantaggio, perché la funzionalità è già attiva. Per Microsoft Office, invece, bisognerà attendere.

Google ha cominciato mercoledì ad abilitare un aggiornato sistema di commento per Docs: anche in passato è stato possibile commentare i documenti creati con la collaborazione dei colleghi, però le novità rendono molto più semplice gestire una discussione. Chi concorre a redigere un documento avrà “citazioni” e notifiche via e-mail.

Le discussioni, oltre a notificare la presenza di nuovi commenti via e-mail, riportano il profilo di ogni utente e integrano il sistema delle @reply in stile-Twitter per portare all'attenzione di un determinato collega la propria segnalazione. Se un commento viene rimosso dal documento, rimane comunque rintracciabile in uno stream.

Quanto prima le nuove discussioni raggiungeranno tutti gli utenti di Docs, inclusi i clienti di Google Apps per i domini personalizzati. La scelta di Microsoft è differente: Office 15 dovrebbe integrare la chat di Facebook, rendendo la suite offline sempre più simile a Docs.com (la piattaforma di Microsoft legata al social network).

Benché si tratti di una semplice indiscrezione carpita da Stephen Chapman di ZDNet, l'opzione di Microsoft è credibile. Chapman ha notato un annuncio di lavoro (rimosso da Careers) per Lync Server in cui la multinazionale esplicitava la volontà d'integrare la messaggistica istantanea in Office 15, incluse la chat di Facebook e WLM.

Windows Live Messenger (WLM) e Lync sono pressoché identici: quest'ultimo richiede di essere installato in una rete aziendale, ma funziona allo stesso modo. La chat di Facebook, invece, si basa sul protocollo XMPP come GTalk di Google. Probabilmente altri prodotti, magari con Apple, opteranno per soluzioni simili nei prossimi mesi.

Via | ReadWriteWeb

  • shares
  • +1
  • Mail