IsoHunt: il problema principale non siamo noi, ma Google

IsoHunt: il problema principale non siamo noi, ma Google

Nella causa attualmente in corso, Isohunt proprio non ci sta a figurare come l'unico cattivo della combriccola. Nella sua battaglia legale contro i grandi di Hollywood, il sito ha coinvolto per la propria difesa addirittura Google, accusando il motore di ricerca (e non isoHunt stesso) di essere il più grande motore del mondo anche per quanto riguarda la scena BitTorrent.

Alla base delle affermazioni di isoHunt ci sarebbe il fatto che su Google sarebbe possibile trovare attualmente una larghissima parte dei file torrent disponibili su altri motori di ricerca, spostando chiaramente il senso del discorso verso un "se lo facciamo noi, allora lo fa anche Google", che porterebbe il motore di ricerca di Mountain View a diventare potenzialmente una della parti in causa. Un ragionamento sicuramente vero, dato che basta fare una semplice interrogazione a Google (avete mai provato roba del tipo filetype:torrent harry potter ?) per ritrovarsi in mezzo al Paradiso degli scaricatori senza fare un ulteriore passo verso l'esterno.

Bisognerà quindi a questo punto vedere come la Corte reagirà alla tesi difensiva di isoHunt, che dal canto suo sta provando a difendersi nei confronti di quella che vede come un'ingiustizia, vale a dire il procedimento nei suoi soli confronti quando sarebbe dimostrabile la pari responsabilità di Google. Staremo a vedere come evolverà la faccenda.

Via | Torrentfreak.com

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: