Watson, il super-computer di IBM, non ha sconfitto l'uomo a Jeopardy

Jeopardy - The IBM Challenge

O, almeno, non ancora. Watson è un super-computer concepito da IBM per competere con gli esseri umani a Jeopardy, un popolare quiz televisivo statunitense giunto alla 27ª edizione. Circa un mese fa è andata in onda un'anteprima della sfida, vinta a mani basse dall'elaboratore elettronico. Ieri il risultato si è fermato sulla parità.

Brad Rutter, uno dei due concorrenti umani selezionati per la sfida, ha chiuso la puntata a $5,000. Come Watson. Questa sera (col fuso orario degli Stati Uniti) andrà in onda l'ultima puntata e sapremo se Watson è riuscito a sconfiggere l'uomo: fino ad allora si potrà rispondere a un sondaggio su Facebook. La sfida è ancora aperta.

Watson non è un super-computer infallibile. Ad esempio, nel corso di Jeopardy ha dimostrato di saper rispondere meglio a domande di tipo nozionistico e di non riconoscere termini come “leg” (lett. gamba). Inoltre, Watson non considera gli errori degli altri concorrenti: ha ripetuto delle risposte già sbagliate dagli altri sfidanti.

Via | Ars Technica

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: