Bookliners, il social network tutto italiano che ti fa entrare nei libri

Ex booklinersEbook, ePub, Drm, Kindle, iPad, Amazon, Apple. Ok il nuovo mondo dei libri digitali vi ha già stancato? Volete leggere ed acquistare i vostri libri in formato digitale in maniera semplice senza rinunciare a sottolinearli, condividerli, commentarli assieme ai vostri amici e senza perdere ore in conversioni e rimozione delle protezioni? Cercate un punto d'incontro tra lettori, libri, autori ed editori? Pensate che il social network sia solo Facebook e di aver già visto e provato tutto? Bene non avete ancora provato Bookliners, il social network che ti permette di entrare nel libro.

Ma di cosa stiamo parlando in concreto? Un sito internet che ci permette di sottolineare e di commentare i libri on-line? Per capire bene di cosa stiamo parlando, abbiamo intervistato gli ideatori del progetto Clelia Caldesi Valeri e Luca Novarino.

1- Come nasce il progetto Bookliners?

Il progetto nasce dalla convinzione che editoria e web siano troppo distanti tra loro e che dalla loro unione sia possibile trarre grandi vantaggi per tutti. L'idea è quella di ricreare in rete quell'esperienza di vendita e di lettura a cui i lettori sono già abituati. È infatti dimostrato come i lettori siano molto sensibili ai consigli e al passaparola diretto, ma queste possibilità attualmente non ci vengono fornite in quanto né gli store on-line, né i social network stile Anobii (dove manca il rapporto con la parte editoriale) sono in grado di fornirci interazioni efficaci.

Bookliners è un sito web costruito per offrire un punto di incontro tra tutto ciò, un modo di arricchire la lettura usando il web per divertirsi a commentare il testo anche attraverso link a canzoni, immagini e video. I commenti possono poi essere inseriti come appunti personali o in gruppi di lettura pubblici o privati – facendo diventare il libro un punto d'incontro pagina dopo pagina.

Attraverso i gruppi di lettura si possono poi conoscere nuove persone o approfondire temi e argomenti specifici cercando altri che se ne stiano occupando. I libri funzionano in questo modo come aggregatori di informazioni sempre aggiornate attraverso l'elaborazione e il contributo di chi li sta leggendo. I commenti inseriti dall'autore stesso o dall'editore, da esperti o da professori possono essere visualizzati in modo distinto rendendo consultabile attraverso Bookliners una versione del libro arricchita da contenuti aggiuntivi.

Il nostro scopo è quello di capire e sviluppare assieme ai lettori e agli editori delle modalità per rendere quanto più fluida possibile l'esperienza social reading, acquisto dell'accesso al libro, acquisto dell'e-book e del cartaceo, ambiente di vendita arricchito dai commenti dei lettori e dalle informazioni degli editori, portabilità, commenti, informazioni su incontri online ed eventi reali.

2- Ok tutto giusto ed interessante! Ma cosa troviamo sullo schermo quando andiamo sul sito www.bookliners.com?

Siamo in beta! L'home page del sito è dura e cruda (da oggi è on-line una nuva versione) ma stiamo preparando delle pagine più accattivanti. La prima volta che si accede si viene portati alla pagina del profilo dove inserire i dati per il debutto nel nostro mondo. Per coloro che poi non vorranno conoscere nessuno, si tratta di inserire i dati minimi necessari alla partecipazione a una società civile, giusto per accedere.

Dalla seconda volta in poi la prima pagina su cui si arriverà sarà la home. Quì troverete una serie di classifiche, una panoramica di quello che è successo su Bookliners di recente, gli altri lettori per scoprire quali sono quelli con cui si potrebbero avere delle affinità o i gruppi in cui ci sono lettori con gusti coerenti, i Booklin per sapere cosa c'è di nuovo sul sito e cosa leggono gli altri, i commenti per vedere cosa fanno gli altri lettori sui libri. Inoltre appena registrati troverete una serie di libri gratuiti dove poter provare realmente dal vivo come si utilizzano le funzioni di questa piattaforma.

3- Ok ci registriamo e vediamo tutte queste cose, ma come facciamo ad acquistare i libri in formato digitale e soprattutto quanto ci costano?

Per poter visionare i libri on-line dobbiamo acquistare il Booklin, cioè la versione del libro consultabile, commentabile e condivisibile sulla piattaforma. Normalmente il Booklin è a pagamento, ma editori generosi potrebbero decidere (e alle volte decidono sul serio) di mettere qualche libro intero gratuitamente sulla nostra piattaforma - abbiamo già all’interno alcuni libri di LiberLiber. Il Booklin ci permette quindi l’accesso illimitato e senza vincoli temporali al contenuto che abbiamo deciso di acquistare (potranno in seguito essere previsti dei Booklin a tempo con un costo ancora più basso, oppure Booklin ad accesso multiplo). Il prezzo consigliato agli editori è normalmente il 30% del costo di copertina del libro cartaceo.

Il Booklin rappresenta quindi la versione del libro sbloccabile sulla piattaforma, non scaricabile e accessibile al momento solo da pc (in futuro app dedicate e accesso da molti device portatili). Dal punto di vista tecnico si tratta di un file in formato .pdf (così si semplifica il lavoro delle casi editrici che non devono far altro che inviarci il file che utilizzano per la stampa cartacea) visualizzato in flash.

4- Il prezzo ok è basso! Ma se decido di acquistare quello stesso libro in formato cartaceo o digitale i soldi che ho speso per l’accesso a quel contenuto che fine fanno?

Se si è già comprato l'accesso al Booklin e si decide di acquistare il libro (cartaceo da ricevere a casa o e-book da scaricare per leggerlo meglio e continuare a commentarlo su Bookliners), i soldi già spesi per l'accesso non sono persi. Posso infatti usare i link presenti nella pagina della scheda del libro, ed utilizzare i soldi spesi per l'accesso al Booklin di quel libro come un bonus per accedere a un qualunque altro libro dello stesso editore nella stessa fascia di prezzo.

Al momento siamo in beta e non è ancora possibile acquistare i Booklin. Si possono leggere solo quelli gratuiti o le anteprime. Uno dei prossimi sviluppi sarà inoltre quello di creare degli abbonamenti, in modo tale da permettere alle persone una visione in anteprima dei vari contenuti prima di procedere all'acquisto del libro. I metodi per acquistare i Booklin saranno il classico pagamento con carta di credito, PayPal e in futuro delle Gift Card tramite le quali potrete regalarvi o regalare l’accesso ai libri.

5- Commenti, sottolineature e condivisione sono il cuore del vostro progetto. Come posso realmente interagire con il libro?

Per inserire il primo commento su un testo basta evidenziare le parole cui si vuole aggiungere la nota e scrivere sulla finestra che si apre. Per vedere cosa hanno scritto altri si può scorrere sopra l'indice delle note, oppure cliccare le icone delle note sulla pagina del libro. Se trovate dei commenti che vi piacciono potete chiedere l'amicizia ai lettori che li hanno scritti, in perfetto stile social.

6- Perché gli editori dovrebbero rendervi disponibili i libri in questa modalità?

Gli editori che partecipano a Bookliners sono interessati (soprattutto in questo periodo di grande incertezza nel passaggio dal cartaceo al digitale) a capire qualcosa su quello che i lettori fanno, quali sono i rapporti tra le persone che cercano i libri online, quali accedono alle anteprime o ai Booklin, cosa comprano e perché comprano. Inoltre con tutte le modalità con le quali i libri vengono proposti, vendono anche qualche copia in più dei loro libri.

7- A quando un codice di sblocco direttamente stampato sul libro cartaceo acquistato in libreria che ci permetterà di sbloccare l’accesso allo stesso libro su Bookliners?

Questo in realtà è il concetto che è nato con l’idea di Bookliners, il far entrare in contatto diretto autori-editori-lettori. Tramite il semplice acquisto di un libro (community potenzialmente enorme) si può creare un rapporto diretto tra questi soggetti - fornendo consigli, informazioni e opportunità. Purtroppo la cosa attualmente incontra delle difficoltà in quanto l’aggiunta di un processo ulteriore (l’inserimento di un codice) all’interno di un qualcosa di consolidato come la creazione di un libro è attualmente complesso.

8- Come ipotizzate infine l’utilizzo del vostro social network nell’ambito scolastico?

Provate a pensare ad un testo al quale possiamo accedere a tempo (con un costo molto più basso della versione cartacea) e nel quale ritroviamo i commenti e i suggerimenti di altre persone, del professore o dell’autore stesso. Oppure ad un gruppo di lettura creato ad hoc per quel corso di studi al quale possono partecipare tutti gli studenti e condividere idee, pensieri e aiutarsi a capire e a studiare. Noi controllando l’accesso a quel contenuto specifico possiamo renderlo possibile.

Per farvi una rapida idea di come funziona Bookliners, date un'occhiata alla pagina che hanno spedito come augurio per le prossime feste. Il progetto è completamente 'Made in Italy' quindi provarlo è quasi d’obbligo, vedrete che leggere i libri (anche in formato digitale) può davvero diventare un divertimento…

Foto | Bookliners

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: