Dopo l'iPhone, anche il Nexus S con Android conquista lo spazio

Google ha lanciato Android nello spazio. Precisamente, il robottino era a bordo di un Nexus S. Lo scopo: studiare i dati così registrati dai sensori di GPS, giroscopio, accelerometro e magnetometro.

L'impresa è stata raccontata da Reto Meier sul blog di Google Mobile (poteva essere differentemente?)

Una curiosità: per preparare il lancio Google si è basata sull'esperimento fatto da una coppia padre-figlio che con un pallone aerostatico artigianale avevano spedito l'iPhone nello spazio, come vi abbiamo raccontato.

Dopo il salto, il video con tutta la storia del progetto Android in Space.

Ma cosa ci farà Google con quei dati? Zi Wang, product manager del Nexus S, ha raccontato al New Scientist che ci sarebbe un produttore di satelliti, in Inghilterra, interessato a costruire un dispositivo orbitante basato sulla tecnologia del nuovo smartphone di Big G e Samsung.

Al progetto dei lanci spaziali di Android Google ha dedicato anche un sito: Android in Near Space.

Ecco dunque la storie e le immagini del backstage:

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: