Google ci dice se un sito è stato bucato

Google ci dice se un sito è stato bucato

Dalle pagine di Webmaster Central, Google ha annunciato di aver potenziato la parte del motore di ricerca che si occupa di mostrare i risultati al visitatore, inserendo (come vedete nell'immagine qui sopra) una notifica di possibile attacco compiuto ai danni del sito, che quindi potrebbe attaccare l'ignaro navigante con phishing o altre attività illecite.

Il link attivo “This site may be compromised” appare quindi sulle pagine ritenute sospette dall'algoritmo Google, rimandando all'apposito Help Center dove vengono offerti maggiori dettagli sulla notifica. Indirizzo web da tener presente anche per i webmaster, che hanno così la possibilità di intervenire rapidamente sul loro sito mostrato da Google come sospetto.

Una volta risolto il problema, per accelerare il processo di scomparsa della notifica è possibile chiedere una revisione tramite l'apposita pagina messa su da Google, che comunque promette dal canto suo di avere già disposto modalità rapide per accorgersi quanto prima possibile degli interventi tesi a rimuovere la minaccia di hack per un sito.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: