L'Unione Europea potrebbe bloccare l'acquisizione di McAfee da Intel

IntelAttorno all'ultima settimana di agosto avevamo annunciato l'accordo preliminare tra Intel e McAfee. L'acquisizione potrebbe non essere così semplice com'era nei piani dei due soggetti coinvolti, perché l'Unione Europea potrebbe porre un veto a causa dell'antitrust. In sostanza, l'UE contesta a Intel la possibilità che l'assorbimento di McAfee svantaggi gli altri produttori di software per la sicurezza. Un'obiezione legittima.

Intel è già stata multata di 1,45 miliardi di euro dall'antitrust europeo nel maggio scorso, una cifra pari a un quinto della stima di McAfee. Il problema contestato dall'UE riguarda il canale preferenziale che il software prodotto da McAfee avrebbe nei confronti dell'hardware di Intel. L'integrazione di funzionalità accessibili soltanto a McAfee in processori, schede, ecc. di Intel porrebbe la concorrenza in un netto svantaggio.

Rallenta perciò il processo di fusione delle due multinazionali. Renee James di Intel sostiene che «il rafforzamento della sicurezza a livello hardware» è la sfida del prossimo futuro, ma l'Unione Europea non vede in tutto ciò le stesse prospettive di leale concorrenza tra le imprese. La prospettiva di Intel per migliorare l'efficienza energetica e la sicurezza dei chip grazie a McAfee potrebbe essere più costosa che realistica.

Via | CNet News

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: