Chrome notebook: un divertente video ne mostra le caratteristiche. Ma cosa c'è dietro il nuovo Chrome OS?


Nome in codice Chrome Notebook CR-48: il primo prototipo di portatile con Google Chrome OS a bordo comincia a dar mostra di se in un video decisamente divertente. Un utente scrive tranquillamente un documento mentre chatta con i suoi amici e degli individui vestiti con una inquietante tuta da laboratorio nucleare gli sottraggono uno dopo l'altro tutti i suoi nuovi portatili distruggendoli nei modi più assurdi. L'utente continua ad ostentare tranquillità e ad aprire ogni volta un portatile nuovo per continuare a scrivere il suo documento e, cosa che colpisce ancor più, trova la finestra di chat lì pronta ad attenderlo per continuare a chattare con i suoi amici come se nulla fosse accaduto.

Siamo ormai abituati ad avere a che fare con applicazioni on line che ci permettono di salvare tutto il nostro lavoro o la posta elettronica su server remoti che proteggono i nostri dati da qualunque disastro possa accadere ai nostri computer o rendendoceli disponibili da qualsiasi internet point in ogni angolo del mondo. Fin qui quindi nulla di nuovo, semplicemente uno strumento che integra tutte quelle caratteristiche del cloud computing a cui ci stiamo già abituando da un po' e le presenta in una veste più accattivante.

Uno strumento che però consegna definitivamente i contenuti delle nostre comunicazioni e dei nostri documenti a dei servizi remoti sui quali non abbiamo nessun tipo di controllo diretto: cosa ne faranno dei nostri dati? a quali scopi saranno destinate le statistiche che su di essi verranno effettuate? i contenuti saranno monitorati per fini che non condividiamo? a quali contratti acconsentiremo (come al solito senza degnarli di lettura) quando accenderemo per la prima volta il nostro Chrome Notebook? Gli utenti vengono autorizzati ad essere sempre più disinformati relativamente a quello che succede al di la' della loro tastiera in cambio di una facilità di utilizzo decisamente notevole. La domanda se il gioco valga la candela o non è sempre di difficile risposta, l'invito è sempre quello di scegliere consapevolmente cosa utilizzare e come farlo.

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: