LinkedIn segue Facebook e Twitter con un bottone per la condivisione

Share on LinkedInLinkedIn ha tutta l'intenzione di essere il Facebook del lavoro e delle professioni: con la pubblicazione di Signal, una specie di news feed per sottoscrivere gli aggiornamenti, è cominciata una vera e propria "rivoluzione" della piattaforma. Oltre a singoli utenti e gruppi d'interesse, importanti testate (tra cui Bloomberg, ad esempio) hanno iniziato a distribuire contenuti su LinkedIn grazie alle tante estensioni realizzate.

È tempo di proporre un salto di qualità e LinkedIn ha scelto la forma consolidata dei pulsanti per la condivisione che già compaiono su molti blog collegandosi a servizi come Facebook Share e Twitter. In particolare, la formula di LinkedIn ricorda molto Tweet Button, il pulsante che Twitter ha lanciato per colmare il gap con TweetMeme. LinkedIn for Publishers è disponibile in 3 formati per altrettante esigenze di sharing.

La soluzione riprende esplicitamente ciò cui siamo abituati coi bottoni per il like su Facebook presenti su queste stesse pagine. Si può optare per un pulsante con l'indicatore delle condivisioni o, senza in forma quadrata oppure rettangolare. È la modalità che aveva reso popolare Digg, prima del criticato restyling. I contenuti condivisi andranno a riempire i feed dei profili su LinkedIn e saranno consultabili via Signal.

Via | LinkedIn

  • shares
  • Mail