Adobe rallenta su Flash, Microsoft su Silverlight: cresce HTML5

Microsoft SilverlightIl problema l'ha posto Apple, decidendo di escludere Flash da iOS (e perciò da iPad e iPhone). La querelle con Adobe è nota, così come il parziale passo indietro di Apple. Per come si stanno mettendo le cose sembra che a non credere nella maturità di HTML5 sia soltanto il W3C che lo sviluppa. Abbiamo visto come pure Mozilla stia cominciando a interessarsi alla registrazione di audio e video. Ci sono alcune novità.

Giovedì scorso Adobe, che non ha mai messo in dubbio la validità di HTML5, ha pubblicato un tool per la conversione Flash. Banalmente, ciò significa che tradurre progetti concepiti per Flash Player nel nuovo linguaggio sarà ancora più semplice. Le Rich Internet Application (RIA) sul browser sono soltanto uno degli aspetti su cui Adobe continua a puntare per Flash. Il runtime AIR su desktop/mobile è, invece, prioritario.

L'approccio di Microsoft non è diverso da quello di Adobe. Silverlight, utilizzato ad esempio dalla nostra RAI, è la soluzione alternativa a Flash che Microsoft aveva concepito nel 2007. Lo sviluppo della piattaforma continuerà a progredire su vari sistemi operativi e architetture, ma HTML5 è l'obiettivo di punta. È ciò che avrebbe dichiarato Bob Muglia, il Presidente della divisione Server and Tools Business di Microsoft.

Via | ZDNet

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: