Adobe vuole rendere più accessibile lo sviluppo web con Project ROME

Nonostante sia opinione diffusa che la creazione di siti internet sia un'attività semplice, chi si occupa di web developing è consapevole del fatto che non sia così. A prescindere dalla necessità di conoscere specifici linguaggi di markup e scripting, anche i programmi più accessibili come Dreamweaver e Frontpage risultano particolarmente ostici agli utenti generici.

Adobe, che non ha alcuna intenzione di cedere il passo a HTML5, spostando le sue applicazioni più riuscite sul web ha pensato di semplificare lo sviluppo ai non professionisti. Project ROME è una piattaforma concepita per essere utilizzabile «virtualmente da chiunque» o, almeno così vorrebbe Adobe. La struttura è simile a quella di Photoshop.com, come l'utilizzo.

Dovendo paragonare Project ROME ad altri programmi esistenti, potremmo dire che si tratta di un ibrido tra Microsoft Publisher, Adobe Dreamweaver e Flash. I documenti che possono essere creati non si limitano al web: cover di CD/DVD, volantini, brochure, ecc. sono disponibili come template. L'applicazione è fornita attualmente in prova, gratis per tutti.

Via | Adobe Featured Blogs

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: