Per apparire sempre in forma nei nostri video: l'Istituto di Informatica Max Planck propone MovieReshape

Grazie ad una segnalazione di Geek.com ho raggiunto le pagine del Max Planck Institut Informatik, in cui viene presentato un sistema per la manipolazione della forma del corpo e delle proporzioni di attori umani con una tecnica è applicabile a qualsiasi tipo di video. L'approccio è basato sull'uso di modelli 3D ricavati dalla scansione di soggetti umani e l'algoritmo sviluppato dai ricercatori si occupa di sovrapporre tali modelli all'immagine dell'attore in un singolo fotogramma o in una intera sequenza.

E' sorprendente vedere come, nel video proposto dall'articolo, l'operatore riesca a modificare il corpo di un attore semplicemente regolando delle barre che gli permettono di scegliere, tra le altre cose, altezza, costituzione e lunghezza degli arti. Il soggetto cambia corporatura in maniera assolutamente proporzionata e lo spettatore non ha alcuna impressione del ritocco effettuato. Nella immagine sopra riportata, come si può apprendere dal video dimostrativo, la muscolatura dell'attore è stata aumentata addirittura del 30% rispetto a quella originale.

Tecniche del genere sono già utilizzate da tempo nel mondo del cinema, ma richiedono software professionali ed un uso da parte di tecnici specializzati. La scommessa dei ricercatori del Max Plank è quella di portare questi algoritmi nei software di uso commerciale disponibili al grande pubblico. Per intenderci sarà possibile con poca fatica snellirci o irrobustirci in quel video delle vacanze dove non apparivamo troppo in forma.

A giudicare dall'interfaccia di reshaping pare che l'uso di questo software possa essere davvero alla portata di chiunque. Ma nell'articolo allegato alle pagine web del progetto si specifica esplicitamente che questo strumento può trovare applicazioni anche in ambito professionale.

La tecnica presenta qualche difetto per modifiche "estreme" alla fisicità degli attori e in tal caso possono rendersi necessari ritocchi manuali sulle scene problematiche. Non ci resta che attendere che MovieReshape venga introdotto sul mercato per provarlo sui nostri video.

  • shares
  • Mail