Non chiamatela portabilità: polemiche sul download dei dati da Facebook

Mercoledì sera Facebook ha ospitato un evento per annunciare tre novità sulla privacy della piattaforma. Tra queste, la più importante ha riguardato la possibilità di scaricare tutti i dati personali pubblicati sul profilo in un archivio compresso. La funzionalità non è ancora disponibile per tutti. Tuttavia, molti si sono affrettati a definirla come data portatibility.

A questo proposito è intervenuta Alisa Leonard di Data Portatibility per chiarire che il sistema di Facebook non ha nulla a che vedere con la portabilità. Questa prevede, infatti, che i dati siano manipolabili e trasportabili su qualsiasi piattaforma a prescindere dalla fonte originaria. La nuova opzione di Facebook permette soltanto di avere i propri dati sul desktop.

Non è possibile modificare la struttura di visualizzazione dei dati scaricati da Facebook, né importarli su altri social network. Un termine più appropriato potrebbe essere quello di data accessibility, ma rischierebbe di essere confuso col concetto di accessibilità del web. Insomma, l'opportunità accordata da Facebook resta una buona idea, però ha dei limiti.

Via | Alisa Leonard

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: