Grooveshark, spettro risarcimento danni copyright da oltre 700 milioni di dollari

L'obbligo di pagare 736 milioni di dollari come risarcimento decreterebbe la chiusura di Grooveshark.

Grooveshark

La causa legale che vede coinvolta Escape Media, società proprietaria di Grooveshark, non è neanche iniziata, ma la minaccia di un risarcimento danni da centinaia di milioni è già concreta. Nelle fasi che anticipano il processo, un giudice ha infatti definito la violazione dei diritti d'autore su 4.907 canzoni "volontaria", mettendo Grooveshark sotto il rischio di dover pagare la bellezza di 736 milioni di dollari in danni.

I fatti incriminati risalgono alle origini dello stesso servizio, quando i due fondatori e altri impiegati inserirono su Grooveshark oltre 150.000 brani, per far sì che la piattaforma ne guadagnasse in popolarità: una strategia delineata chiaramente in una mail inviata da Josh Greenberg al proprio staff, in base alla quale i due soci in affari sono stati ritenuti personalmente responsabili delle violazioni.

Il caso specifico si ferma come già detto a quasi 5.000 canzoni, quasi 2.000 delle quali inserite dagli stessi impiegati: nel caso in cui il verdetto finale dovesse appunto confermare la volontarietà nel mancato rispetto del copyright da parte di Grooveshark, la società dovrà pagare 150.000 dollari a canzone, ottenendo il totale sopra riportato.

Escape Media potrà ora produrre la sua linea difensiva per contrastare le accuse, mostrando nel dettaglio di essere in buona fede: lo farà probabilmente portando prove dei contatti intercorsi tra 2007 e 2009 con le major, per la sottoscrizione di accordi di licenza che non sono mai arrivati.

Inutile specificare naturalmente che in gioco c'è l'esistenza stessa di Grooveshark: una conferma dei 736 milioni da pagare ne decreterebbe di fatto la chiusura.

Via | Torrentfreak.com

  • shares
  • +1
  • Mail