Gli hacker russi hanno letto le email di Barack Obama

L'account email di Barack Obama sarebbe sicuro, ma gli hacker avrebbero letto le sue email non classificate.

President Obama vists the Office of the Director of National Intelligence in Virginia

L'accatto alla rete della Casa Bianca, di cui abbiamo parlato qualche settimana fa, sembrerebbe essere andato oltre quanto inizialmente reso noto dalle autorità americane: nel dettaglio, gli hacker russi protagonisti della vicenda sarebbero stati in grado di leggere anche email dirette a Barack Obama, anche se di tipo non classificato.

Lo ha riportato il New York Times, parlando appunto di un attacco più intrusivo e preoccupante di quanto sia stato detto pubblicamente: l'account BlackBerry supersicuro di Barack Obama non sarebbe stato bucato, ma di fatto sarebbe stato ottenuto accesso ai messaggi da e per la casella di posta del presidente degli Stati Uniti.

A rivelarlo al giornale americano sarebbe stato un ufficiale vicino alle indagini, rimasto ovviamente anonimo, secondo il quale gli hacker avrebbero ottenuto accesso anche ad aree sensibili della rete di computer della Casa Bianca, compresi i PC del Dipartimento di Stato. I malintenzionati sembrerebbero legati direttamente al governo russo, ma resta da chiarire se fossero o meno al lavoro per quest'ultimo.

Proprio il coinvolgimento della Russia in tutto questo rende l'attacco ancora più preoccupante: considerando anche l'attacco a Sony di fine 2014 sarebbe per le autorità USA un nuovo fronte del cyberwarfare, dopo avere pubblicamente incolpato a suo tempo la Corea del Nord per gli attacchi legati al film The Interview.

Via | Theguardian.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail