Il disastro Digg

diggRecentemente Digg ha cambiato il proprio layout. Come spesso accade in questi casi, cambiare una prassi consolidata negli anni, attira un mare di polemiche. Il cambiamento è una fase difficile da accettare, e questo non solo nell'ambito web. Generalmente le polemiche si smorzano con il tempo e accade di scoprire che, si la nuova versione del sito preferito tutto sommato non è male.

Quello che sta capitando a Digg, è invece qualcosa che va al di là di ogni previsione negativa. Il nuovo Digg non piace, e continua a non piacere. Non si tratta del solito gruppo di aficionados nostalgici della prima versione. I dati riportati da ReadWriteWeb sono inequivocabili.

Nel momento di picco, Digg aveva 40 milioni di utenti unici al mese. Dal lancio del nuovo Digg, il traffico è caduto in picchiata, con un secco -26% di utenti americani ed un altrettanto eloquente -34% di utenti inglesi. Da verificare se il trend negativo continuerà oppure se gli utenti torneranno, dopo l'inserimento di alcune funzionalità chieste dagli utenti stessi. Dove sono andati coloro i quali hanno abbandonato Digg? Uno dei competitor che si è avvantaggiato è Reddit: negli ultimi due mesi il suo traffico è salito proprio del 24%.

Al quartier generale di Digg pensano di aver intrapreso la strada giusta, e per nulla al mondo sembrano intenzionati a tornare sui propri passi. Vedremo nei prossimi mesi chi avrà ragione. Una cosa è certa: quello di Digg è, in termini di utenti persi, uno dei redesign più "costosi" della storia del web.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: