La Russia mette al bando i Meme con le celebrità

La Russia vieta ufficialmente tutti i meme che rappresentano personaggi famosi, a cominciare dal Presidente Vladimir Putin. Ecco cosa cambia.

Vladimir Putin, re dei meme

Il presidente russo Vladimir Putin è protagonista indiscusso di decine e decine di meme che si concentrano su alcuni degli aspetti più assurdi della sua personalità e del suo operato, dalla ostentata mascolinità alle posatissime foto ufficiali. Da ora, però, i cittadini russi dovranno fare a meno di tutti quei meme.

Il motivo è semplice: Roskomnadzor, l’agenzia federale che si occupa di supervisionare le comunicazioni, l’informazione tecnologica e i mass media, ha messo ufficialmente al bando i meme che ritraggono figure pubbliche e le rappresentano in contesti non direttamente collegati alla loro identità.

La stretta è stata presa dopo la causa presentata dal cantante russo, non contento di essere finito in un meme. Da lì l’aggiornamento della politica, annunciato con un post su Vkontakte, il Facebook russo, che mette al bando tutti i meme con protagonisti personaggi noti, a cominciare proprio da Vladimir Putin.

Questo modo di usare le immagini delle celebrità viola le leggi che governano le informazioni personali e danneggiano l’onore, la dignità e gli affari delle figure pubbliche.

Non solo. La Russia ha ufficialmente messo al bando anche gli account e i siti internet parodia. Nuova stretta sulla già limitatissima libertà di espressione online nel Paese di Putin, che metterà chi pubblicherà i contenuti vietati di fronte a una scelta: eliminare quel contenuto e vedersi bloccato l’intero sito internet in cui è stato condiviso.

E' bene precisare che Roskomnadzor non si metterà a passare al setaccio tutti i social network e siti internet a caccia di meme, ma interverrà quando i protagonisti presenteranno un reclamo ufficiale. Solo a quel punto si muoveranno per prendere provvedimenti.

Via | WashingtonPost

  • shares
  • +1
  • Mail