L'ONU ha proposto un trattato sulla neutralità della rete

International Telecommunication Union (ITU)Non sono soltanto Google e Verizon a preoccuparsi della net neutrality. La neutralità della rete è stata discussa la scorsa settimana all'Internet Governance Forum (IGF) promosso dalle Nazioni Unite. L'edizione 2010 si è tenuta a Vilnius, in Lituania, e ha portato alla redazione di un trattato in 12 punti sulla falsariga dell'Outer Space Treaty del 1967. L'intento è rendere internet accessibile a tutti in libertà.

Come lo spazio celeste, anche la rete dev'essere considerata un luogo extraterritoriale da difendere. Ne è convinta l'International Telecommunication Union (ITU), la commissione dell'ONU che si occupa di digital divide e accesso a internet. La proposta, scritta dal Consiglio d'Europa in rappresentanza di 47 Paesi dell'Unione, include digressioni sulla libertà d'espressione e il pericolo di cyber-terrorismo.

È questo il punto più controverso del trattato. La cooperazione internazionale per la prevenzione e la sicurezza della rete potrebbe diventare un alibi per la censura. Solo ieri William Dutton, Direttore dell'Oxford Internet Institute, ha applaudito alla risoluzione indicando nel Digital Economy Bill il modello da seguire. Insomma, se «le vie dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni» l'ONU è davvero sulla buona strada.

Aggiornamento: Corretto il refuso nel titolo.

Via | Telegraph

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: