MPAA e RIAA colpiti in 36 ore dalla protesta di 4chan

HackingÈ stato un weekend impegnativo per gli amministratori dei siti di MPAA e RIAA. In 36 ore entrambi i siti sono stati attaccati per protesta da un gruppo anonimo che ha organizzato l'azione su 4chan. Gli hacker hanno iniziato mandando in tilt il sito dei produttori cinematografici statunitensi, sostituito da un'immagine inneggiante a The Pirate Bay. Colpito anche Aiplex, autore della chiusura di TPB.

L'attacco perpetrato ai danni dei portali è stato di tipo DDoS (Distributed Denial of Service). Perché la protesta dilagasse, gli hacker hanno inserito nella rivendicazione le istruzioni per utilizzare LOIC o, Java LOIC e contribuire all'operazione intasando i server degli obiettivi. La MPAA ha impiegato 18 ore a rimettere in piedi il sito su un altro server. Il sito di Aiplex risulta essere ancora irraggiungibile.

Appena il server della MPAA è stato ripristinato, il gruppo ha preso di mira la RIAA. Anche il sito di quest'ultima appare irraggiungibile. Gli attacchi rientrano nel progetto di Operation: Payback e non è escluso che nelle prossime ore possano essere colpiti altri obiettivi. La rappresaglia dei siti anti-pirateria potrebbe coinvolgere proprio Christopher Poole e 4chan su cui gli anonimi hacker si sono organizzati.

Foto | Davide Restivo

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: