Facebook: documenti di divorzio via social network, ma solo negli Usa

Succede solo negli Stati Uniti: un giudice consente ad una donna di spedire al marito irreperibile e senza fissa dimora le carte del divorzio via Facebook.

Facebook - Ecco un altro uso insolito per Facebook: può servire a spedire i documenti di divorzio. A quanto pare negli Stati Uniti una donna è stata autorizzata a spedire al marito le carte del divorzio via Facebook e questo perché il marito, senza fissa dimora, non era raggiungibile in nessun altro modo. A dire il vero spulciando sul web una cosa simile era già successa l'anno scorso, quindi diciamo che è una pratica che sta prendendo sempre più piede. Certo, non è una legge, ma è un qualcosa che un giudice può autorizzare in casi estremi.

Carte del divorzio via Facebook? Solo negli Stati Uniti


Facebook divorzio

Tutto è avvenuto a Manhattan. Secondo il New York Daily News, un giudice della Corte Suprema permetterà a una donna di spedire i documenti del divorzio attraverso un messaggio su Facebook dal momento che il social network è uno dei pochi modi che la donna in questione ha per mettersi in contatto con il marito. Il suo avvocato dovrà spedire un messaggio con la convocazione per il divorzio una volta a settimana per almeno tre settimane o fino a quando non riceverà conferma al messaggio.

Andrew Spinnell, l'avvocato, ha così commentato con il Daily News: "Penso che sia una nuova legge ed è necessaria". Come precedentemente anticipato, però, questa sembra essere più che altro una circostanza eccezionale piuttosto che una nuova norma sul come i documenti di divorzio possano essere presentati.

Pare che il marito della donna non abbia un indirizzo permanente dal 2011. Durante le telefonate occasionali, avrebbe anche detto di rifiutarsi di mettersi a disposizione per ricevere le carte. L'avvocato Spinnell ha anche affermato di aver assunto un investigatore privato, ma senza alcun successo. Quindi in questo caso si è scelto di usare Facebook perché, oltre alle telefonate, è l'unico modo in cui il marito è rimasto in contatto con il marito sin dal 2009, anno in cui i due si sono separati. E visto che telefonicamente non è possibile consegnare i documenti, rimane solo Facebook. Per ora pare che il primo messaggio su Facebook sia già stato inviato, ma senza alcuna risposta.

Via | The Verge

Foto | saintpo798

  • shares
  • +1
  • Mail