Last.fm lancia Listening Clocks (solo per gli abbonati)

Last.fm Listening ClocksLast.fm non è certo iTunes Ping (di cui parlano spesso i colleghi di Melablog.it) e forse è un bene. La piattaforma di condivisione dei gusti musicali è più longeva del progetto di Apple e ciò assicura una robustezza dei risultati che Ping non può ancora garantire: Playground, il laboratorio per gli esperimenti su Last.fm, è una grande fucina d'idee. È già capitato di parlare delle nuove funzioni su queste pagine.

Da tempo, tra le polemiche, Last.fm ha lanciato un servizio d'abbonamento. In parte costretto dalle leggi sul diritto d'autore, in parte dalla necessità di sopravvivere al mercato, Last.fm ha trasferito molte funzionalità ai profili dei sottoscrittori. Purtroppo... Playground non fa eccezione e Listening Clocks, di cui m'accingo a parlare, è riservato ai clienti a pagamento. Tutto sommato non è una mancanza.

Listening Clocks è l'ennesima modalità di visualizzazione dello scrobbling delle tracce su Last.fm. Le statistiche sono sempre state una priorità per la piattaforma. Inserendo il nome dell'utente di cui si vogliono tracciare gli ascolti e specificando un intervallo orario, Listening Clocks genererà una specie d'orologio (come in figura). Il grafico divide i weekend dai giorni lavorativi e non specifica le tracce.

Via | Last.fm Playground

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: