LinkedIn: quale parte del profilo utente interessa ai reclutatori inglesi?

Secondo una recente ricerca i reclutatori inglesi non si preoccupano poi così tanto dei nostri profili su LinkedIn.

LinkedIn - Secondo un recente studio, "An Executive Recruitment Gioco Changer?" di Norrie Johnston, i reclutatori e i responsabili delle risorse umane non sembrano curarsi dei profili LinkedIn degli utenti tanto quanto costoro potrebbero pensare. E questa è una cosa curiosa, visto che LinkedIn nel bene e nel male è il più grande social network dedicato al cerca/trova lavoro, con più di 347 milioni di iscritti in più di 200 paesi e che la sua popolarità è tale che ha al momento qualcosa come 3 milioni di annunci di lavoro attivi, con un aumento di dieci volte rispetto all'anno precedente.

LinkedIn, i reclutatori inglesi si interessano ai profili degli utenti?


LinkedIn profilo

Nella ricerca sono stati presi in considerazione 100 HR di alto livello, provenienti sia da aziende pubbliche che private, tutti rappresentati aziende inglesi di almeno 250 dipendenti. A quanto emerso dal sondaggio, meno del 50% delle aziende usa LinkedIn per verificare i candidati. Infatti il 46% delle organizzazioni e aziende intervistate ha dichiarato di usare LinkedIn per controllare i candidati di alto livello e questa percentuale sale al 59% quando si parla di aziende con più di 5000 dipendenti.

Sembra inoltre che per questi reclutatori non siano le raccomandazioni il fattore più importante per valutare i potenziali candidati. In effetti si è portati a pensare che si possano ottenere raccomandazioni dal nostro ex capo o qualche spintarella o suggerimento dai colleghi, ma lo studio ha dimostrato che i reclutatori non si preoccupano tanto di questo aspetto del profilo degli utenti, quanto piuttosto del modo in cui l'utente si descrive.

Quindi vuol dire che abilità e specializzazioni sono considerate più importanti delle raccomandazioni. E che la qualità delle raccomandazioni è più importante della quantità. Inoltre pare che ci siano dei settori in cui è più facile trovare lavoro tramite i reclutatori su LinkedIn: parliamo del settore della finanza, le risorse umane, il marketin e il settore delle vendite. Altro dettaglio: se siete già dirigenti di alto livello, difficile che troviate il vostro prossimo posto di lavoro su LinkedIn: questo a causa del fatto che i candidati anziani magari non accedono così regolarmente a LinkedIn e che ci sono delle considerazioni sulla privacy da fare. Ultimo dettaglio: in Inghilterra pare che parecchie aziende non credano proprio a tutto quello che scriviamo sul profilo LinkedIn.

Via | UK BusinessInsider

Foto | markhillary

  • shares
  • Mail