Facebook Messenger permetterà di inviare soldi agli amici tramite un messaggio

Facebook lancia una nuova feature per consentire i pagamenti online fra utenti sulla piattaforma Messenger: ecco come funzionerà il servizio.

Facebook Messenger - Qualche tempo fa alcuni utenti si erano resi conto che fra le prossime novità di Facebook Messenger era previsto un servizio che avrebbe permesso agli utenti di inviare e ricevere denaro fra di loro. Ecco che allora adesso Facebook ha annunciato l'avvento su Messenger di questa nuova feature dedicata ai pagamenti. In realtà il roll-out verrà lanciato prima di tutto negli Stati Uniti sia per la versione desktop, Android e iOS nel corso dei prossimi mesi, poi probabilmente la funzione raggiungerà anche tutti gli altri Paesi.

Su Facebook Messenger gli utenti potranno inviarsi soldi


Facebook Messenger payment

Ma come funzionerà questa feature? In pratica gli utenti che vorranno avvalersene, dovranno aggiungere i dati della loro carta di credito nella sezione Impostazioni di Messenger: a questo punto potranno inviare i soldi avviando semplicemente una conversazione con un amico, selezionando l'apposita icona "$" la quale dovrebbe comparire nella riga subito sopra la tastiera e cliccando quindi "Pay". A loro volta gli utenti beneficiari di tali soldi, dovranno aprire il messaggio dell'amico e accettare il pagamento quando richiesto. Occhio che funziona come i depositi bancari, quindi per l'accredito potrebbero volerci fino a tre giorni.

Al momento Facebook fa sapere che i soldi potranno essere scambiati in tale modo solamente se provenienti dalle carte di credito, il che serve da una parte per ridurre le frodi (e il riciclaggio) e anche evitare alcune tasse. Steve Davis, program manager di questa feature dedicata ai pagamenti, ha così spiegato: "La gente già si versa reciprocamente i soldi per pagare l'affitto o dividere il conto della cena. Quindi perché non finiamo quelle conversazioni nello stesso posto dove le abbiamo iniziate?".

Se vi state chiedendo cosa ci guadagna Facebook in tutto questo, è semplice: si tratta dell'ennesimo modo per convincere gli utenti a stare di più sul social network. E magari aprire la strada a nuovi fonti di ricavi. Se per esempio Facebook riuscisse a ottenere tantissimi pagamenti effettuati in tale modo tramite le carte di credito, se i consumatori riuscissero a completare le transazioni di beni fisici sul social network, se Facebook decidesse di dedicarsi alla faccenda in maniera significativa, ecco che allora potrebbe migliorare il target delle pubblicità, il che vuol dire che anche gli inserzionisti pagherebbero di più per gli annunci pubblicitari.

Facebook in realtà si sta tuffando in un mercato sovraffollato: ci sono Venmo, l'app di PayPal particolarmente popolare fra i giovani e Square Cash per esempio. E che dire di Snapcash e la partnership con Snapchat? Però Facebook ha dalla sua un maggior bacino di utenza. Inoltre garantisce un alto livello di sicurezza, con dati conservati in un ambiente sicuro e distinto dal resto di Facebook, con tanto di team antifrode che monitorerà i pagamenti e le transazioni per segnalare eventuali frodi. Voi che ne dite? Usereste un servizio simile su Messenger? E vi sentireste tranquilli ad usarlo?

Via | Mashable

Foto | Tania Sheko

  • shares
  • Mail