Facebook, nuove linee guida sui contenuti vietati

Cosa è vietato su Facebook? Il social network ha rivisto le linee guide sulla censura. Ecco cosa cambia.

Cosa si può condividere su Facebook e cosa invece non è permesso? E’ capitato più o meno a tutti, in modo diretto o indiretto, di avere a che fare con un contenuto segnalato sul social network di Mark Zuckerberg. Il confine tra il blocco dei contenuti ritenuti offensivi e la libertà di espressione è spesso confuso e oggi Facebook ha tentato di fare chiarezza aggiornando gli standard della comunità.

Le nuove linee guida vanno a chiarire le politiche di Facebook su una serie di argomenti delicati, dal bullismo alle minacce di violenza, dall’incitamento all’odio all’autolesionismo, passando anche per il nudo, tenendo sempre in considerazione quattro punti principali:


  • Tenere al sicuro gli utenti

  • Incoraggiare un comportamento rispettoso

  • Tenere al sicuro gli account e le informazioni personali

  • Proteggere le proprietà intellettuali

Il social network ora prende finalmente in considerazione il nudo artistico, ma continuerà a combattere con forza ogni immagine ritenuto pornografica, oltre ovviamente a tutti i contenti che incitano all’odio e prendono di mira le persone per la loro etnia, la provenienza, le credenze religiose e l’orientamento sessuale.

Saranno ovviamente gli stessi utenti a inoltrare le segnalazioni, come accaduto finora, ma Facebook si impegnerà a migliorare l’attività di controllo e di revisione delle segnalazioni, dimostrando quindi una maggiore apertura mentale e flessibilità.

Il social network precisa, però, che al di là delle proprie linee guida, dovrà ovviamente rispettare le richieste che arrivano dai vari governi. Non è affatto raro, infatti, che contenuti permessi in un determinato Paese non lo sono in un altro. Per questo Facebook sottolinea che continuerà, come fato finora, a collaborare coi governi e a spingerli a riformare le pratica di sorveglianza in modo da garantire la sicurezza dei cittadini assicurandosi però che vengano rispettati i loro diritti e le loro libertà.

contenuti vietati facebook

Cosa è vietato su Facebook


  • Violenza e minacce - La sicurezza è la prima priorità di Facebook. Provvederemo a rimuovere i contenuti in violazione e potremmo adire le vie legali qualora fossero rilevati seri rischi di danno fisico o minacce alla sicurezza pubblica. Non è consentito minacciare in modo verosimile altri utenti, né organizzare atti di violenza reali. Alle organizzazioni con precedenti di terrorismo o attività criminali violente non è consentito mantenere una presenza sul nostro sito. Inoltre, è fatto divieto di promuovere, organizzare o festeggiare qualsiasi azione personale che abbia comportato o che possa comportare danni economici, compresi furto e atti di vandalismo.

  • Autolesionismo - Per Facebook, le minacce di autolesionismo sono estremamente serie. Rimuoviamo qualsiasi contenuto che promuova o incoraggi automutilazione, disturbi alimentari o abuso di droghe pesanti. Inoltre, collaboriamo con organizzazioni di supporto e prevenzione contro il suicidio per fornire assistenza alle persone con intenti suicidi.

  • Bullismo e intimidazioni - Facebook non tollera atti di bullismo o molestie. Consentiamo agli utenti di esprimere liberamente le proprie opinioni su persone e argomenti di interesse pubblico, ma prenderemo provvedimenti in caso di segnalazione di comportamenti offensivi nei confronti di singoli individui. Il ripetuto invio agli altri utenti di richieste di amicizia o messaggi indesiderati è una forma di molestia.

  • Contenuti che incitano all'odio - Facebook non consente i contenuti che incitano all'odio, ma attua una distinzione tra contenuti seri e meno seri. Se da un lato incoraggiamo gli utenti a mettere in discussione idee, eventi e linee di condotta, non consentiamo la discriminazione di persone in base a razza, etnia, nazionalità, religione, sesso, orientamento sessuale, disabilità o malattia.

  • Contenuti grafici - Facebook è da molto tempo uno spazio di cui le persone si avvalgono per condividere le loro esperienze e sensibilizzare gli altri sui problemi che ritengono importanti. Talvolta questi problemi ed esperienze implicano contenuti visivi di pubblico interesse, come violazioni dei diritti umani e atti di terrorismo. In molti casi, le persone condividono questo tipo di contenuti per condannarli. Tuttavia, le immagini condivise per ragioni sadiche o per celebrare la violenza non trovano spazio sul nostro sito. Quando le persone condividono dei contenuti, ci aspettiamo che lo facciano in maniera responsabile. Ciò comporta scegliere con attenzione il pubblico a cui sono destinati i contenuti. Per i video con immagini forti, le persone devono informare il pubblico della natura degli stessi in modo da consentire loro di decidere consapevolmente se guardare il video.

  • Nudo - Facebook applica una politica molto severa in materia di condivisione di contenuti pornografici e con riferimenti espliciti al sesso, specialmente nel caso in in cui siano coinvolti dei minorenni. Imponiamo anche delle limitazioni alla pubblicazione di immagini di nudità. È nostra intenzione rispettare il diritto delle persone di condividere contenuti importanti per loro, siano essi fotografie di una scultura come il David di Michelangelo o foto di famiglia di una madre che allatta al seno il figlio.

  • Identità e privacy - Su Facebook le persone si connettono usando i propri nomi e le proprie identità reali. È pertanto vietato pubblicare le informazioni personali degli altri senza aver prima ottenuto il loro consenso. Fingere di essere un'altra persona, creare una presenza falsa per un'organizzazione o creare più di un account sono azioni che nuocciono alla comunità e violano le condizioni di Facebook.

  • Proprietà intellettuale - Prima di condividere contenuti su Facebook, assicurati di disporre dei diritti necessari. Ti preghiamo di rispettare diritti d'autore, marchi e altri diritti legali.

  • Prodotti regolamentati - Non è consentito completare transazioni relative a beni con limitazioni legali nella nostra Piattaforma. Se si pubblica un'offerta riguardante armi da fuoco, alcol, tabacco o prodotti per adulti, è opportuno assicurarsi di seguire tutte le leggi vigenti in materia e scegliere con attenzione il pubblico a cui destinare il contenuto. Se si utilizza una Pagina per connettersi con clienti esistenti e altri destinatari, è necessario rispettare le nostre Condizioni delle Pagine.

  • Phishing e spam - Consideriamo molto seriamente la sicurezza dei nostri membri e operiamo per evitare minacce che potrebbero compromettere la loro sicurezza. Inoltre, ti chiediamo di rispettare i nostri membri evitando di contattarli per scopi commerciali senza il loro consenso.

  • Sicurezza - La protezione dei nostri membri è importantissima per noi, per questo facciamo il possibile per evitare minacce che potrebbero violare la privacy o mettere a rischio la sicurezza degli utenti, comprese frodi o truffe. Inoltre, ti chiediamo di rispettare i nostri membri evitando di contattarli per scopi commerciali senza il loro consenso.

Via | Facebook Newsroom

  • shares
  • +1
  • Mail