Google cerca di convincere gli utenti di Firefox a cambiare motore di ricerca

Google implora, comanda e contratta con gli utenti di Firefox che lo hanno abbandonato "per inerzia" quando il browser ha abbandonato Mountain View per passare a Yahoo.

google-firefox-begging-switch-800

“Per favore, tornate su Google!” - la corporation di Mountain View non si è ancora espressa in questi termini, ma poco ci manca. Per gli utenti di Firefox le cose sono cambiate qualche mese fa con il passaggio a Yahoo del motore di ricerca di default del browser, e questa improvvisa mutazione non sembra aver rovinato troppo la vita dei navigatori. Anzi, se dobbiamo guardare le cifre degli accessi a Yahoo, possiamo notare che il gap si è un po’ colmato.

Ora non è il caso di essere allarmisti, Google non va da nessuna parte. Resterà il motore di ricerca da battere per molti anni a venire, se anche dovessero cambiare le cose di molto. Però tutti i suoi progetti, investimenti e acquisizioni costano, e sebbene Google costruisca la sua fama su un sistema operativo mobile, sulle ricerche e sui prodotti correlati, il business della pubblicità e del search engine resta il suo cuore. E per la prima volta da molti anni a questa parte il motore è stato ferito dagli atti consapevoli di un’altra azienda.

E il messaggio in caratteri cubitali che compare ai risultati di ricerca organici per gli utenti Firefox che sono passati a Yahoo è un segno davvero poco dignitoso dei tempi. Come hanno fatto notare in parecchi, non sembra trattarsi di una pubblicità, né di un messaggio di allarme - sembra un ordine molto educato, con l’opzione di disobbedire. Possiamo capire che Google abbia messo da parte la diplomazia, il valore di quello spazio sopra alle ricerche è effettivamente immenso, sono risultati che sono spostati in basso e diventano meno visibili dopo tutto.

E non crediamo neppure che si tratti dell’ultimo messaggio simile, né tantomeno del primo (ne sono stati visti altri nei mesi passati). Eppure la matematica non è un’opinione: la percentuale di ricerche di Yahoo è salita al 10,9% partendo dal 8,6% di novembre 2014. Abbastanza da far sentire un po’ di paura a Mountain View, non abbastanza per scardinare il mondo di Internet.

Via | Search Engine Land

  • shares
  • +1
  • Mail