Twitter e i messaggi di testo potrebbero aiutarci a smettere di fumare

Secondo un recente studio, Twitter e i messaggi di testo potrebbero aiutarci a smettere di fumare.

Twitter - Secondo un recente studio pubblicato da Psych Central, Twitter e i messaggi di testo potrebbero aiutarci a smettere di fumare. I ricercatori della Stanford University e della University of California, Irvine hanno scoperto che Twitter potrebbe aiutare le persone a liberarsi del vizio del fumo. Ma c'è di più: per fare ciò non hanno neppure bisogno di essere in contatto con una persona reale: basta che gli arrivino messaggi automatizzati giornalmente che gli ricordino il loro obiettivo e basta questo ad aiutarli a smettere con la loro dipendenza.

Twitter ci aiuta a smettere di fumare


Twitter smettere fumare

Cornelia Pechmann, professore di marketing presso l'UCI e Judith J. Prochaska, professore associato di Medicina presso la Stanford University, hanno reclutato due gruppi di venti persone per il loro studio, ciascuno dei quali ha twittato su Twitter per cento giorni. Hanno anche ricevuto una fornitura gratuita di cerotti alla nicotina e di messaggi di testo automatici giornalieri. Sono stati poi invitati a creare un piano per smettere di fumare e a inviare almeno un tweet al giorno per condividere quanto stessero bene. O quanto stessero male, dipende.

Entrambi i gruppi si sono impegnati col programma, con il 78% delle persone che hanno twittato almeno una volta al giorno e il 60% che hanno proseguito per più di un mese. Il 42% delle persone del primo gruppo ha smesso di fumare dopo cento giorni, mentre nel secondo gruppo si è arrivati al 75%. Col secondo gruppo i ricercatori hanno raffinato l'uso dei messaggi di testo, mentre pare che su Twitter i gruppi parlavano di quando avevano smesso, di come hanno affrontato le sfide e le possibili ricompense dovute alla loro costanza.

Pechmann ha sottolineato come l'aspetto comunitario dell'esperimento sia stato una parte importante del suo successo: "L'ambiente di Twitter ha creato un dinamismo, particolarmente importante per i fumatori. Inoltre sono emersi dei capigruppo, facilitando le conversazioni online. Questi leader hanno svolto un ruolo fondamentale nel mantenere le persone impegnate". Che ne dite? Tenersi così impegnati su Twitter, parlando dei propri progressi e dei propri fallimenti, interagire quotidianamente con persone che hanno un problema simile può davvero aiutare a smettere di fumare?

Via | Shiny Shiny

Foto | Joel Henry

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: