Mark Zuckerberg: niente Facebook Car in arrivo

Durante la recente sessione di Q&A di Barcellona Mark Zuckerberg ha affermato fra l'altro che non è previsto l'arrivo di una Facebook Car analoga alla Google Car.

Mark Zuckerberg - Rimettete i vostri sogni nel cassetto: non ci sarà mai una Facebook Car. E' stato lo stesso Mark Zuckerberg ad affermarlo durante la recente sessione di Q&A di Barcellona all'interno del più vasto Mobile World Congress. Visto che Mark Zuckerberg ha partecipato al Mobile World Congress, ecco che ha pensato bene di abbinarci anche una sessione di domande e risposte con il pubblico. Una delle domande più interessanti ha riguardato la possibilità che Facebook costruisse prima o poi un'automobile senza conducente in stile Google. Ma Mark Zuckerberg ha bocciato subito i sogni del pubblico: Facebook si concentra su come connettere le persone. Che tradotto vuol dire: scordatevi una Facebook Car.

Facebook: Mark Zuckerberg risponde alle domande della Q&A di Barcellona


Mark Zuckerberg

Diciamo che al momento Zuckerberg è interessato a connettere il mondo, è il suo chiodo fisso. Anche quando gli hanno chiesto del lavoro su Oculus Rift ha ribadito: "Tutto quello che facciamo lo facciamo per cercare di connettere il mondo". Questo ci era chiaro Mark, grazie, lo abbiamo capito. Una domanda poi ha riguardato la sicurezza delle donne su Facebook con particolare riferimento agli utenti che impersonano delle donne sul social network, problema particolarmente sentito in India. Zuckerberg ha spiegato che si tratta in questo caso di una questione culturale, ma che comunque Facebook sta prendendo provvedimenti per capire cosa stia succedendo.

Per quanto riguarda la questione della libertà di parola e il fatto che recentemente Facebook abbia rimosso dei contenuti seguendo le richieste dei governi, Mark Zuckerberg ha spiegato che Facebook deve operare seguendo il quadro giuridico del Paese in cui opera. Se Facebook vuole continuare a lavorare in determinati Paesi, a volte deve accondiscendere a tali richieste, mentre talvolta respinge quelle che non ritiene corrette. L'obiettivo finale rimane quello di rimanere attivi in quei Paesi e dare alla maggior parte dei loro utenti la possibilità di connettersi. Rieccoci. Ovviamente per fare ciò ci deve essere un buon team di lavoro alle spalle. A questo proposito Mark Zuckerberg ha spiegato che assume solamente persone per le quali lui stesso avrebbe voluto lavorare.

Un altro utente ha chiesto cosa sta facendo veramente Facebook per i contenuti falsi e le bufale. Zuckerberg ha spiegato che a volte è veramente difficile stabilire cosa sia falso, cosa sia invece vero e cosa sia un'opinione. Al momento ci si sta attivando per segnalare più velocemente le bufale e Facebook fa in modo che ci siano meno probabilità che finiscano sul nostro News Feed.

Poi Zuckerberg è passato a parlare del suo amore per il prosciutto spagnolo, salvo poi essere affrontato da un uomo che aveva perso il suo lavoro quando l'azienda per cui lavorava finì il suo rapporto di collaborazione con Facebook. Mark ha risposto come poteva, che era dispiaciuto per il suo problema. Cos'altro avrebbe potuto dire?

Ecco il post di Facebook con il video dell'intera sessione di Q&A di Barcellona di Mark Zuckerberg al Mobile World Congress:

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Via | The Next Web

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail