Microsoft illustra nel dettaglio le applicazioni universali

A pochi mesi dall'uscita di Windows 10, Microsoft ha chiarito qualche dubbio sulle applicazioni universali.

Microsoft sta partecipando su più fronti al MWC 2015 di Barcellona, con eventi dedicati ai vari servizi e prodotti offerti dall’azienda. Ieri, in un evento non trasmesso in livestreaming dal titolo First look at the Windows 10 Universal App Platform, l’azienda di Redmond ha illustrato in modo dettagliato il concetto delle app universali che arriveranno in concomitanza con l’uscita di Windows 10.

L’ultima versione del sistema operativo di Microsoft, ne abbiamo parlato a più riprese (LINK), andrà a coprire una varietà di dispositivi che andranno dai PC ai tablet, passando per gli smartphone. Tutti avranno la stessa versione di Windows 10, che sarà in grado di adattarsi al dispositivo in cui sarà installato.

Allo stesso modo anche le applicazione presenti nel Windows Store saranno pensate per funzionare alla perfezione su ogni dispositivo con Windows 10. Basterà acquistarla una sola volta per poterla utilizzare su Pc, smartphone, tablet e Xbox

Kevin Gallo di Microsoft ha spiegato che gli utenti dovranno scaricare un singolo pacchetto per ogni applicazione all’interno del quale gli sviluppatori potranno inserire delle estensioni in grado di aggiungere, oltre alle funzionalità base dell’app, funzionalità specifiche per un determinato dispositivo.

In questo modo, per fare un esempio, un’applicazione pensata per Xbox One avrà delle funzionalità particolare quando avviata su quella piattaforma:

Windows 10 determinerà, all’avvio, come l’utente sta interagendo con quell’applicazione e fornirà l’esperienza più adatta.

Con l’occasione l’azienda ha anche confermato che il nuovo browser per Windows 10, conosciuto col nome in codice Project Spartan, sarà disponibile già nella prossima build del sistema operativo.

windows 10 app universali

Via | NeoWin

  • shares
  • +1
  • Mail