Jack Dorsey di Twitter minacciato di morte dall'ISIS

Jack Dorsey minacciato di morte dall'ISIS: Twitter contatta le autorità per indagare.

jack-dorsey-minaccia-isis

Un inquietante post con una foto di Jack Dorsey al centro di un mirino ha fatto scattare l'allarme per il co-fondatore di Twitter, reo secondo l'ISIS di aver cancellato account e messaggi di propaganda pubblicati sul social network.

La minaccia sarebbe in realtà rivolta non solo a Dorsey, ma all'intero gruppo di dipendenti di Twitter, come documenterebbe il messaggio pubblicato tramite JustPaste.it. Scritto naturalmente in arabo, il post indicherebbe come Dorsey e gli impiegati siano "diventati un obiettivo per i soldati del Califfato e per i seguaci sparpagliati tra di voi".

Anche se non è ancora chiara l'effettiva provenienza da ambienti vicini all'ISIS, Twitter starebbe già lavorando con le autorità per stabilire la potenziale pericolosità delle minacce, stranamente arrivate al solo social network cinguettante. Anche altri siti come Facebook e YouTube hanno per esempio censurato i contenuti propagandistici, ma almeno per il momento nei loro confronti non è arrivata nessuna minaccia.

Ricordiamo che nella sua politica sui comportamenti abusivi, Twitter afferma di permettere la pubblicazione di post ritenuti "potenzialmente provocatori", fissando il confine alla pubblicazione di contenuti che rappresentino "minacce dirette e specifiche di violenza contro altri, incluse minacce contro una persona o un gruppo in base a razza, etnia, origine nazionale, religione, orientamento sessuale, sesso, identità sessuale, età o disabilità".

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: