Instagram: cosa sono e come funzionano gli hashtag

Cosa sono e come funzionano gli hashtag su Instagram? Andiamo a scoprirlo brevemente insieme con qualche consiglio su come usare bene gli hashtag.

Instagram: cosa sono e come si usano gli hashtag? Se siete degli utenti neofiti di Instagram probabilmente vi sarete posti prima o poi queste domande... anche se a vedere come molti utenti di vecchia data utilizzano gli hashtag verrebbe da pensare che anche loro non sanno bene come utilizzarli. Quindi ecco perché oggi andremo a vedere brevemente cosa sono e come andrebbero usati. Quando caricate una foto potete aggiungere gli hashtag, ovvero delle parole chiave scritte tutte attaccate (se l'hashtag è composto da più di una persona) e preceduta dal simbolo hash, il famoso #. Per darvi un'idea un hashtag composto da più parole potrebbe diventare: #gattinipucciosiecoccolosi, anche se questo è un hashtag che nessuno sano di mente dovrebbe mai usare, pena il fatto di essere l'ultimo ad utilizzarlo. Era solo per farvi capire come doveva essere scritto.

Instagram: come usare gli hashtag


Instagram hashtag

Ci sono diversi modi per usare gli hashtag. A volte vengono utilizzare per creare delle sfide e ottenere il titolo di miglior instagrammer in quella categoria, altrimenti potete usarli anche per inserire meglio le foto che scattate nelle categorie più giuste. Per esempio, nel caso di foto del vostro gatto, per indicizzarla meglio e fare in modo che gli altri possano trovarle più facilmente dovrete usare l'hashtag #gatto. A questo proposito, uno dei consigli è quello di usare non solo gli hashtag in italiano, ma anche in inglese, con l'ovvio scopo di aver maggior visibilità. Occhio che potete usare massimo trenta hashtag per ogni foto. Il che non vuol dire che dovete riempire una foto con miriadi di hashtag tutte le volte: va bene etichettare nella giusta categoria quella foto, ma trenta hashtag sono un po' troppi.

Vale anche la pena di sottolineare che hashtag e tag sono due cose differenti: l'hashtag inserisce la foto in una categoria, con il tag inserite una sorta di segnalibro che indichi alla persona o al marchio taggato che sono coinvolti in quella determinata foto. Inoltre i tag sono indicati con il segno @.

Una volta capito cosa sono e come funzionano gli hashtag, come si fa a scegliere quelli giusti da usare? Beh, dipende. Se dovete partecipare a qualche concorso o premio ovviamente dovreste informarvi prima e usare gli hashtag prestabiliti... e magari evitare di usare gli hashtag banditi. Negli altri casi dovrete adattare gli hashtag al tipo di foto e soggetto prescelto. Ecco qualche consiglio:


  • non usate vagonate di hashtag: usate hashtag mirati e specifici, meglio pochi e ben gestiti che trenta che non vi portano nessuna visibilità. Soprattutto perché magari avete inventato l'hashtag sul momento: controllate sempre quali siano gli hashtag che vengono già usati dagli altri utenti per quel soggetto. Non ha infatti senso creare una categoria con una sola foto, la vostra (vedi il #gattinipucciosiecoccolosi). Per risparmiare hashtag, potete anche evitare di mettere l'hashtag della città di riferimento della foto e usare invece la geolocalizzazione
  • usate hashtag specifici: se usate un hashtag molto generico, è verosimile che la vostro foto comparirà solo per pochi secondi nella schermata che mostra tutte le foto di quell'hashtag, poi man mano che verranno caricate le altre foto la vostra scomparirà nei meandri del Feed. Quindi tornando al nostro gatto, magari usate #gatto e #britishshortair e #redtabby, per localizzare maggiormente la foto. Per quanto riguarda gli hashtag popolari del giorno, vanno usati solamente se volete vincere qualche sfida relativa alla foto più popolare di quel giorno, altrimenti ha poco senso utilizzarli. Questo vuol anche dire usare hashtag di gruppi vicini a voi
  • usate anche gli hashtag in lingua inglese: Instagram è internazionale, quindi se volete avere maggiore visibilità conviene usare anche la versione inglese degli hashtag. Magari oltre a #gatto potete usare anche #cat
  • inserire gli hashtag nei commenti solo se... vi siete dimenticati qualche hashtag fondamentale mentre caricavate la foto. Sarebbe carino aspettare un paio di commenti altrui prima di farlo, per evitare hashtag sopra e sotto che graficamente appesantiscono un po' il tutto. Se si è il proprietario di quella foto e si mettono gli hashtag nei commenti, la foto verrà inserita anche in quella categoria. Se invece inserite un hashtag nel commento di una foto altrui, non verrà indicizzata in quella categoria

Foto | Tina Arthina

  • shares
  • +1
  • Mail