Facebook: utente posta commenti sulla ricca eredità ricevuta, i ladri ringraziano

Attenzione a ciò che postate su Facebook: negli Stati Uniti un utente posta sul social network un commento relativo alla ricca eredità ricevuta. I ladri leggono, ringraziano e derubano.

Facebook ladro

Facebook - Dagli Stati Uniti arriva questa singolare storia. Diciamo che gli Arsenio Lupin dei giorni nostri con i social network hanno vita facile. In pratica non hanno più bisogno di assoldare degli informatori: siamo noi stessi che gratuitamente ci prestiamo al compito. Ecco che allora la polizia ha messo in guardia dal postare messaggi vanagloriosi su Facebook e anche su Instagram: un post su Facebook relativo ad una ricca eredità di gioielli avrebbe spinto tre uomini a compiere un furto ai danni del malcapitato utente che si stava solo vantando con i suoi amici della fortuna occorsagli.

Facebook: non facilitiamo il compito ai ladri

La scena del crimine in questo caso è una casa di Philadelphia. Uno dei suoi abitanti riceve inaspettatamente una ricca eredità consistente in un ingente patrimonio di gioielli. E come spesso accade la prima cosa che fa è andare a scriverlo su Facebook: che male c'è a vantarsi e farsi belli con gli amici? Così magari mi invidiano un po'. Già... gli amici e anche tutti i malintenzionati che hanno visto il post.

I ladri hanno avuto vita più che facile: grazie al post su Facebook hanno potuto selezionare il bersaglio comodamente seduti a casa e hanno individuato la sua abitazione. I detective indagati del caso hanno provveduto a fornire una ricostruzione dell'accaduto: dopo aver selezionato su Facebook il bersaglio, tre uomini con indosso dei passamontagna e armati di pistola hanno buttato giù a calci la porta di una residenza nel quartiere di Somerton intorno alle ore 2.30 di notte di domenica scorsa.

Qui a colpo sicuro hanno intimato al residente 19enne di cedere tutti i gioielli e gli altri oggetti di valore in suo possesso. I tre uomini sono poi fuggiti attraverso una finestra posta sul lato posteriore della casa: il bottino pare che fosse costituito da un orologio Rolex, due catene d'oro e i cellulari. Fortunatamente pare che il 19enne e gli altri quattro residenti della casa, tutti di età compresa fra i 17 e i 19 anni, siano illesi.

La polizia ha poi riferito il nocciolo della questione: pare che i ladri durante la rapina abbiano menzionato il fatto di aver preso di mira il residente di quell'abitazione dopo aver letto i suoi messaggi su Facebook relativi alla recente eredità ricevuta. Morale della favola: se ricevete un'eredità non postate messaggi sul social network, i ladri potrebbero ringraziarvi sentitamente. A proposito, al momento i ladri sono ancora in fuga.

Via | Mashable

Foto | Laura Garcia

  • shares
  • +1
  • Mail